HomeIn EvidenzaTecnica

Problemi di dichiarazione e di gioco durante gli Assoluti a Squadre (1)

La mano è ruotata per rendere Sud dichiarante dopo la licita (S/Tutti) nella quale il primo problema è di Nord che si trova con:

[S] Q6    [H] 1064    [D] A7652    [C] KJ2

dopo che il compagno ha aperto primo di mano di 1[C] (preparatorio) e Ovest ha interferito di 1[S]. In base agli accordi di coppia, la mano è leggermente al di sotto della forza onori per la dichiarazione naturale di 2[D] e quindi optate per il Contro che mostra valori generici. Il secondo problema vi pone in difficoltà, come vedete dall’andamento licitativo che segue.

Il 4[H] di Sud mostra quattro carte nel colore, cinque o più carte in un minore e il massimo d’apertura (15-16 punti). Ho deciso di passare per la manche a Cuori nel Moysian fit invece di cercare quella nel minore (ragionevolmente Fiori) con 4SA. Nessuno ha avuto nulla in contrario e adesso spostatevi in Sud alla manovra del contratto di 4[H] con attacco [S]J.

Non siete molto contenti di questo contratto dato che 5[D] sono praticamente a stendere: anche trovando la 3/0, come capita nel 22% dei casi, potreste ancora sperare nel piccolo mariage secco di Cuori (3,22%).

Comunque non potete ‘passare’ nel senso di far giocare la mano al compagno che vi ha messo in questa situazione, ma solo cercare di ripagare la fiducia che lui ha riposto nel vostro gioco col morto. La prima mossa è piccola Fiori al Re (che tiene), la vostra decima presa se poi va tutto per il verso giusto. Quindi piccola Cuori in bianco e, sul rinvio di [S]K di Ovest, non tagliate per contenere le perdite a una presa nel caso di divisione 4/2 delle Atout. La difesa può incassare ancora l’[C]A ma il resto è tutto vostro perché questa è la mano completa:

Dopo tutto avete segnato un ventino in più rispetto al contratto ‘passeggiata’ di 5[D]. E, cosa più importante, avete ripagato la fiducia del compagno nel vostro gioco della carta.

Argomenti

Giampiero Bettinetti

Laureato in chimica all’Università di Pavia nel 1965, Giampiero Bettinetti (BTR015, Spezia Bridge), monzese di nascita, ha subito intrapreso la carriera universitaria presso la facoltà di farmacia della stessa università percorrendo tutte le tappe da assistente incaricato fino a professore ordinario. Dopo sei anni di straordinariato a Firenze negli anni ’80, il prof. Bettinetti è tornato in sede come ordinario di chimica farmaceutica applicata, insegnamento fondamentale del corso di laurea in chimica e tecnologia farmaceutiche che ha tenuto fino a ottobre 2012. Giampiero Bettinetti si è accostato al bridge in quel di Pavia proprio alla fine degli anni ’60, nel 1975 ha pubblicato il ’Quadri Pavia’ (poi ripresentato in versione multimediale aggiornata come ’Quadri Pavia 2000’ agli inizi del terzo millennio) e dal 1978, dopo che sull’ultimo numero della rivista del 1977 era stato pubblicato il Codice Internazionale del Bridge di Gara, ha cominciato a collaborare con la FIGB con la rubrica ’Codice alla mano’ su Bridge d’Italia, entrando alla fine degli anni ’80 nel Collegio Nazionale Gare. Ha mosso i primi passi nelle competizioni bridgistiche internazionali nel 1977, anno in cui è entrato tra i ’prima categoria vitalizi’ con Gianarrigo Rona, l’attuale presidente della Word Bridge Federation e suo partner di allora. World Master grazie ai risultati conseguiti nel 1977 e 1979 in Polonia e nel 1980 in Finlandia in coppia con Gianarrigo Rona, i primi successi nazionali risalgono al 1980 (campione italiano a coppie con il partner storico Leonardo Marino) e al 1981 (vincitore della coppa Italia con la squadra di Pavia). Quelli più recenti sono in ambito seniores con le vittorie del campionato individuale nel 2009 e – sempre in coppia con Marino – dei campionati a coppie open del 2011 e 2012 (argento nel 2007), del campionato a squadre open del 2011 (argento nel 2010 e nel 2012) e della coppa Italia nel 2006 e nel 2012 (argento nel 2009 e nel 2010). Negli ultimi anni Giampiero Bettinetti si occupa, sempre per hobby, anche di numismatica con la pubblicazione di articoli su riviste specializzate e partecipando attivamente a discussioni sui forum del settore.

Potrebbero interessarti anche...

Leggi anche...

Close
Close