HomeQuesiti

Normativa di Alert ed altro

1. Forse l’argomento è stato già “sviscerato” ma le discussioni sono sempre tante!
Leggo nelle Norme Integrative 2012 all’appendice 3 “normativa di Alert” che “dovrebbero essere allertate le seguenti categorie di licite:” tra cui “punto (c) “cambi di colore a salto, o risposte ad un’apertura o una interferenza, che siano non forzanti, e cambi di colore in risposta ad un’apertura di 1 a colore – da parte di un giocatore non passato di mano – che siano non forzanti” e più sotto, si dice che “Se si gioca senza sipari, NON vanno allertate le seguenti licite, fra cui “(g) Ogni salto a colore, in interferenza, che mostri, da sistema, una forza massima di 11 p.o. (i famosi salti deboli!)”.
Se ho capito bene, i salti cosiddetti “forti” dello Standard Italia (ma anche della Quinta Italiana), cioè dichiarazioni a salto con colore di 6+ carte e punteggio 12-15, si devono allertare, sia in interferenza che in risposta ad un’apertura di 1 a colore (ma se questi salti fanno parte del naturale Standard Italia, perché allertarli?), mentre qualsiasi salto che mostri da sistema (dimostrabile da carta delle convenzioni) una forza max di 11 p.o. (salto debole quindi) NON si allerta!
Oggi come oggi, specialmente nei tornei di circolo, la confusione è somma e le discussioni quotidiane.
Io, per non sapere né leggere né scrivere, quando gli avversari mi fanno un salto, al mio turno di dichiarazione ne chiedo la natura…

2. Altro quesito: se la dichiarazione va in questa sequenza:
Nord apre di 2Quadri Multicolor, Est dichiara: Stop-3Fiori, è evidente che lo Stop non è necessario ed Est si è confuso, ma questo “Stop-3Fiori” può configurarsi come “dichiarazione insufficiente”? Se sì, Sud può avvalersi di quanto previsto dall’Articolo 27 del Codice di Gara?
Grazie per i cortesi chiarimenti che mi vorrete far avere.
Con l’occasione porgo i miei più cordiali saluti.
Claudio Benevento (BND077, Bridge Club Desio)

Ciao Claudio,
1. Hai capito male, ma ti comporti bene. In particolare, nessun salto in interferenza va allertato, né debole, né forte, ed è dunque specifico obbligo degli avversari chiedere notizie. In risposta, invece, sono i salti deboli a dover essere allertati.
2. No. “STOP” non è una licita, e non può quindi ricadere nell’ambito di applicazione dell’Articolo 27 del Codice di Gara. La situazione descritta è invece di pertinenza dell’Articolo 16 del Codice di Gara, paragrafo A, e dunque può portare a sanzione tramite l’Articolo 16 del Codice di Gara, paragrafo B (INA).
Cordiali Saluti,
Maurizio Di Sacco

Argomenti

Maurizio Di Sacco

Maurizio Di Sacco (DSZ003, Bridge Villa Fabbriche) è Arbitro Capo di FIGB, WBF, EBL, CAC (Center American & Caribbean), CSB (Confederation Sudamericana De Bridge) e Direttore della Scuola Arbitrale di FIGB ed EBL. Anche membro del WBF Laws Committee, Maurizio è uno dei più autorevoli arbitri del mondo. Anche il suo palmares come giocatore è più che invidiabile: ha giocato ai massimi livelli fino al 2002, conquistando a livello nazionale un titolo italiano, un argento in eccellenza, diversi piazzamenti in Coppa Italia e numerosi primi posti in tornei naizonali. A livello internazionale ha raggiunto la finale di un Campionato Mondiale e di uno Europeo.

Potrebbero interessarti anche...

Close