HomeL'Esperto Risponde

Interferenza avversaria su 1SA

Salve,
innanzitutto ci tengo a farvi i complimenti per l’ottimo lavoro: vi seguo solo da pochissimo ma ho trovato ogni vostro articolo davvero molto utile.
Mi scuso in anticipo se il mio quesito può sembrare sciocco, ma sono un’allieva CAS che non ha più un corso come riferimento in quanto rimasta unica superstite del gruppo iniziale.
Durante i miei corsi non si è mai discusso di come trattare le interferenze avversarie su apertura 1SA. Mi è stata suggerita la Lebensohl, e così ho preso come riferimento quanto riportato sul sistema standard BBO Italia 2012 ed ho iniziato ad applicarla; ma è davvero la migliore convenzione per trattare tale interferenza?
In caso di risposta affermativa, colgo l’occasione per togliermi dei dubbi circa:
– come il rispondente deve licitare un mano bilanciata invitante con una quarta nobile (con o senza fermo nel colore avversario);
– come il rispondente deve trattare l’interferenza 2[D] con significato di “monocolore nobile”.
Cordiali saluti
Rosa

Ciao Rosa,
grazie per i complimenti. Fanno sempre piacere.
Ci sono molteplici possibili sviluppi dopo l’apertura di 1SA e l’interferenza avversaria.
La Lebensohl è uno di questi ed ha come pregio di essere semplice ed efficace.
In risposta alle tue due domande:
Con mano invitante ed una quarta nobile, si usa universalmente il Contro informativo. Con o senza fermo nel colore di interferenza.
Su interferenza di 2[D] “multicolor” esistono degli sviluppi validi ma abbastanza complessi. A livello CAS non mi sento di consigliarli. Ti suggerisco invece di mantenere uno schema naturale dove 2[H]/2[S] mostrano 5+ carte in mano debole, le risposte da 2SA in su seguono lo stile Lebensohl ed il Contro è informativo con mano almeno di tentativo di manche. Passo e poi Contro è a togliere ma più debole, orientato a giocare un parziale.
Cordialmente,
Rodolfo Cerreto

Argomenti

Rodolfo Cerreto

Rodolfo Cerreto (CRF004, Associato Allegra), livornese di nascita (quindi polemico per natura) e milanese per adozione. Impiegato in una multinazionale dell'Information Technology, sospira la pensione per poter giocare di più a bridge, una passione che dura da quasi 40 anni. E' felicemente coniugato con una bridgista con cui, per la reciproca pace mentale, gioca non più di una volta all'anno. Consigliere federale, preferisce di gran lunga sedersi al tavolo (o a tavola) che non azzeccare garbugli a palazzo. Ha appena rovinato una perfetta carriera alla Tano Belloni (lo storico eterno secondo del ciclismo) vincendo un titolo italiano dopo essere arrivato secondo per sei volte.

Potrebbero interessarti anche...

Close