HomeQuesiti

Il morto ha giocato la carta sbagliata

Gent.mo Maurizio
Board n. 6 simultaneo Grand Prix – domenica pomeriggio del 9-2-1014

2014_02_20_m5

Seduta in Sud gioco 7SA ricevendo l’attacco di piccola Fiori superata dall’Asso della mano.
Dopo essermi fatta le Cuori, sulle quali scarto le Quadri dal morto e, dopo aver giocato le Quadri vincenti, gioco piccola Picche dal morto per l’Asso e vedo cadere alla mia destra il PiccheJ, gioco piccola Picche e mi fermo a pensare a testa bassa. Decido di fare l’impasse alla Dama, ma nell’alzare lo sguardo, vedo che il morto aveva giocato il PiccheK coperto dal Fiori5 della mia avversaria -categoria 1aCuori.
Ho fatto rimettere al suo posto il K, sostenendo la tesi che il morto è morto e chiamato il 9. Ho segnato 1520… Naturalmente la mia avversaria ha avuto molto, ma molto da ridire.
Non c’era Arbitro in sala.
Gradirei ricevere un Tuo parere grazie
Cordiali saluti
Silvana Elia

Ciao Silvana,
sebbene il morto tale sia, rimane però il fatto che le sue azioni ricadono sugli eredi, ovvero il compagno.
Il caso di specie è in particolare trattato dall’Articolo 45 del Codice di Gara, paragrafo D:

D. Carta maldestramente e/o indebitamente giocata dal morto
Se il morto mette nella posizione di carta giocata una carta che il dichiarante non ha nominato, la carta deve obbligatoriamente essere ritirata se sul fatto è stata attirata l’attenzione prima che ciascuna delle due linee abbia giocato nella presa successiva, ed un difensore può ritirare e riporre nella propria mano una carta giocata dopo l’errore ma prima che sia stata attirata l’attenzione su di esso; se il giocatore alla destra del dichiarante cambia la sua giocata, il dichiarante può ritirare una carta che abbia successivamente giocato in quella presa (vedi Articolo 16 del Codice di Gara, paragrafo D).

Come vedi, sebbene la Picche spostata dal morto non sia carta giocata, in omaggio all’adagio che tu stessa hai scelto come titolo, l’ultima parte dell’articolo, quel “vedi Articolo 16 del Codice di Gara, paragrafo D” ha delle conseguenze molto significative nello sviluppo del gioco. Vediamo:

D. Informazioni da chiamate e giocate annullate
Quando una chiamata o una giocata sono state ritirate secondo quanto previsto da questo Codice:
1. Per una linea innocente, tutte le informazioni provenienti da un’azione ritirata sono autorizzate, tanto che l’azione ritirata sia della propria linea quanto della linea avversaria.
2. Per una linea colpevole, le infrazioni derivanti sia da una propria azione ritirata, che da una azione ritirata della linea innocente sono non autorizzate. Un giocatore di una linea colpevole non può scegliere, nell’ambito di azioni alternative logiche, una che avrebbe potuto, in modo dimostrabile, essergli stata suggerita rispetto ad un’altra dall’informazione non autorizzata.
In particolare, il fatto che la tua avversaria di destra non avesse più Picche rappresentava per te un’INA, e poiché la tua stessa esitazione dimostrava come fosse possibile agire diversamente – giocare il K al posto del sorpasso – il punteggio da assegnarsi avrebbe dovuto essere quello di 7SA-1.

Cari Saluti,
Maurizio Di Sacco

Argomenti

Maurizio Di Sacco

Maurizio Di Sacco (DSZ003, Bridge Villa Fabbriche) è Arbitro Capo di FIGB, WBF, EBL, CAC (Center American & Caribbean), CSB (Confederation Sudamericana De Bridge) e Direttore della Scuola Arbitrale di FIGB ed EBL. Anche membro del WBF Laws Committee, Maurizio è uno dei più autorevoli arbitri del mondo. Anche il suo palmares come giocatore è più che invidiabile: ha giocato ai massimi livelli fino al 2002, conquistando a livello nazionale un titolo italiano, un argento in eccellenza, diversi piazzamenti in Coppa Italia e numerosi primi posti in tornei naizonali. A livello internazionale ha raggiunto la finale di un Campionato Mondiale e di uno Europeo.

Potrebbero interessarti anche...

Close