HomeL'Esperto Risponde

Richiesta di spiegazioni sulla “richiesta di spiegazioni”

Caro Maurizio, durante le Selezioni Senior capita questo (semplifico ma la mano è reale):
Sud apre 1[H] primo di mano, Ovest dichiara 2[C], Passo, Passo e Sud riapre di Contro (possibile anche con mano debole ma corta a Fiori). Ovest (***) ha dichiarato Surcontro nel significato naturale di buon intervento sostenendo anche che se Nord fosse passato Est sarebbe stato autorizzato a chiedere a Nord il significato del Passo in quella sequenza ed eventualmente a dichiarare un suo colore qualora Nord avesse confermato il significato punitivo della sua trasformazione. Tale richiesta sarebbe stata effettivamente possibile?
Sono molto curioso.
Nella realtà *** in Nord ha detto Passo, *** non ha chiesto ed è Passato, *** in Sud ha tolto. *** ( che giocava con me) ha dichiarato anche lui Surcontro ma Sud ha tenuto e segnato 1600….
Grazie!
Un abbraccio
Franco Caviezel

Ciao Franco,
*** aveva ragione, se con la sua affermazione si intendeva riferirsi ad un semplice diritto di Est. L’Articolo 20 del Codice di Gara, paragrafo F, infatti, dà ai giocatori il pieno diritto di fare qualunque domanda sia pertinente (cioè relativa alla licita in corso), in merito al sistema avversario. Questo include non solo le chiamate fatte, ma anche quelle non fatte, quelle ipotetiche (“se io dicessi 3[S], cosa significherebbe il passo del tuo compagno?”), e tutto quanto si riferisca ad inferenze e stile personale e/o di coppia degli avversari. Naturalmente, quando non ci siano i sipari, ogni domanda effettuata è comunque soggetta all’applicazione dell’Articolo 16 del Codice di Gara, paragrafo A e B nel caso vengano trasmesse delle INA, e quando i sipari ci siano, come nel caso, può essere invocato l’Articolo 73 del Codice di Gara, paragrafo D quando la domanda fosse chiaramente oziosa, e possa aver fuorviato il compagno di sipario (i due argomenti sono molto interessanti, ma mi perdonerai se ne tralascio qui la trattazione completa, la quale ci porterebbe via non poche pagine :)).
Se, invece, si parla di aspetti regolamentari di altra natura – francamente non vedo perché *** abbia fatto questa affermazione, certo inutile nella circostanza, ed a rischio di farsi sentire dal compagno (il quale è tuttavia passato) – non essendo stato presente mi mancano gli elementi per giudicare.
Infine, niente potevano comunque reclamare E/O riguardo ad un possibile mancato Alert del Passo di Nord (se era questo il terreno che Ovest voleva preparare, ma sto solo facendo delle congetture).
Un abbraccio,
Maurizio Di Sacco

Argomenti

Maurizio Di Sacco

Maurizio Di Sacco (DSZ003, Bridge Villa Fabbriche) è Arbitro Capo di FIGB, WBF, EBL, CAC (Center American & Caribbean), CSB (Confederation Sudamericana De Bridge) e Direttore della Scuola Arbitrale di FIGB ed EBL. Anche membro del WBF Laws Committee, Maurizio è uno dei più autorevoli arbitri del mondo. Anche il suo palmares come giocatore è più che invidiabile: ha giocato ai massimi livelli fino al 2002, conquistando a livello nazionale un titolo italiano, un argento in eccellenza, diversi piazzamenti in Coppa Italia e numerosi primi posti in tornei naizonali. A livello internazionale ha raggiunto la finale di un Campionato Mondiale e di uno Europeo.

Potrebbero interessarti anche...

Leggi anche...

Close
Close