2014 DallasCampionatiCampionati all'EsteroHomeNABC

Smazzate con sorpresa (5)

uova_art3

Di certo penserete che paragonare una smazzata di bridge ad un uovo di Pasqua può sembrare un po’ eccentrico, forse troppo forzato, un ardito volo dell’immaginazione. Ma a pensarci bene gli ingredienti ci sono tutti, se si confrontano con un po’ di fantasia.
Anche la sorpresa non manca di certo, quando si apre lo score e ci si ritrova di fronte ad un risultato del tutto inaspettato o imprevedibile.

Per tutta la settimana di Pasqua riporterò alcune “uova con sorpresa”, pardon smazzate, raccolte qua e là al Vanderbilt Trophy 2014 dei Nationals americani di Primavera a Dallas. (Red Jack)

Smazzate con sorpresa (puntate precedenti)

Si sa che mangiare troppa cioccolata può avere conseguenze spiacevoli e bisogna sapersi trattenere. Anche nel bridge è sconsigliabile essere troppo “golosi”, come è accaduto in questa smazzata, del terzo turno delle eliminatorie.

Peccati di gola

2014_04_17_m4

In Sala Chiusa la dichiarazione scorre pacifica e lineare:

2014_04_17_m5

Il 2Picche di Ovest è appoggio limite ed Est chiude tranquillamente a manche, senza mostrare altre velleità.
In Aperta le cose vanno leggermente in modo diverso.

2014_04_17_m6

Anche qui un appoggio limite stile Jacoby, ma Berkowitz, in favore di zona, si inserisce a livello 3 con la sua sesta di Picche al Fante, non certo bellissima, e con un Asso e un Re laterali. Forse il Contro di Est spiazza un po’ Kit Woolsey, che sul 4Picche dell’avversario preferisce passare denunciando il suo apporto minimo e lasciando al compagno la possibilità di Contrare punitivamente o di andare avanti. Stewart, forse interpretando il Passo del compagno come assenza di valori a Picche, rivaluta la sua mano e fa un tentativo di Slam, ritenendo che comunque il livello 5 sia sicuro. Il riporto in atout chiude la licita.
La situazione di zona, in questo caso, è un attraente “fiocco rosso” per la linea E/O. A fronte di un 3 down (-500) avversario, ci potrebbero essere 5 o 6Cuori cioè +650 o +1430. Basterebbe che le prese totali fossero 19 divise 12 a 7, oppure 11 a 8 e anche contro 8 prese a Picche sarebbe più conveniente dichiarare 5Cuori.
E’ pur vero che gli atout totali sono 19, ma le prese sono solo 18 e divise 10 a Cuori ed 8 a Picche. Tentativo di Slam o meno, bisognava accontentarsi di segnare +300 e pagare solo 8 IMP invece di 12, dando merito agli avversari di aver raggiunto il Par assoluto della mano, che nell’altra sala non era stato dichiarato.

Altre golosità

Da innumerevoli lustri si dibatte se sia meglio giocare la manche a senza o in un nobile, privilegiando la sicurezza del contratto o la sua remuneratività e correndo eventualmente dei rischi pur di segnare quel diecino (3SA +1) o quel ventino (4 nel nobile) in più. Nel primo caso però la differenza non fa “differenza” in un torneo a squadre perché vale zero IMP, nel secondo caso (4 nel nobile contro 3SA) si guadagna 1 IMP, che potrebbe essere determinante nello score finale per passare il turno nella formula KO della Vanderbilt. In definitiva per guadagnare qualcosina, un misero ma vitale punticino, di Senza occorre farne +2 a fronte della manche nel nobile, mentre 11 prese a Senza o in un maggiore non fanno differenza.
Per questo può sembrare più allettante, anche se più rischioso, giocare a colore, al limite in un Moysian fit.
Non è però il caso di questa smazzata in cui in una sala si è giocato 4Picche e nell’altra 3SA.

Come è andata a finire? Aspettando lo score-sorpresa, seduti in Nord tocca a voi decidere il contratto finale, con questa mano:

Picche AKT84    Cuori K    Quadri QT64    Fiori T42

Il “fiocco rosso” per la vostra linea è un grosso incentivo a dichiarare la manche, soprattutto se apre il vostro compagno, mentre per gli avversari in favore di zona è uno stimolo a cercare di contrastarvi.
Ed infatti in entrambe le sale la dichiarazione non manca certo di brio.
In sala aperta:

2014_04_17_m7

E in Chiusa:

2014_04_17_m8

1Cuori = Picche

Voi cosa scegliereste a chiusura delle due sequenze licitative, 3 SA, 4Picche o altro?
Questa è la distribuzione completa:

2014_04_17_m9

Sarebbe stato meglio essere meno “golosi” e dichiarare Passo in aperta e Contro (punitivo) in chiusa per giocare il contratto di 3Cuori contrate -2 e segnare +300 nella vostra colonna, perché il par della mano è solo 140 per 2Picche +1 a favore di N/S.
In una sala 4Picche sono cadute di una presa e lo stesso è accaduto nell’altra sala, dove il contratto di 3SA è caduto anch’esso di una presa.
3SA e 4Picche pari sono , se vanno 1 down!

256
Leggi tutte le “smazzate con sorpresa”

Argomenti

Red Jack

Giacomo Andrea Crucinio (CRM010, Milano Bridge), laureato in fisica, docente, giornalista, consulente di editoria aziendale e uffici stampa per società in gran parte high tech, ha come principali interessi musica, cinema e, naturalmente, bridge. E’ sposato, 3 figli (unica pecca: nessuno di loro gioca a bridge). “La passione per il bridge è scaturita in un fumoso bar della Facoltà di Scienze di Milano. Mi ha affascinato subito, ma impegni personali, familiari e di lavoro non mi hanno permesso di praticarlo con quella assiduità che avrei voluto. Pur non avendo mai smesso di seguirne le vicende, la mia pratica del bridge si è concentrata di più sugli aspetti teorici, certamente non emozionanti come le smazzate ‘vissute’ direttamente al tavolo, ma non meno interessanti. Strada facendo ho annotato dubbi, riflessioni o analisi su argomenti mai veramente risolti, come quello delle prese totali, che spero di pubblicare in un prossimo futuro. La firma red.jack è una vecchia abitudine di firmare articoli di settori diversi con nomi e sigle diverse. In questo caso è un nickname di sapore più attuale”.

Potrebbero interessarti anche...

Close