CronacaEsteraHome

I trials USA per la Bermuda Bowl del 2015

Sono oramai in corso da qualche giorno i Trials americani che porteranno alla designazione di USA 1, ovvero la prima delle due formazioni che rappresenteranno gli Stati Uniti nel corso della prossima Bermuda Bowl, prevista a Chennay (India).
Solo da oggi, però, con l’inizio dei quarti di finale, sono entrate in campo le due formazioni favorite, le teste di serie numero 1 (Nickell) e 2 (Fleisher).

In precedenza, si era svolto un Round Robin per eliminare due squadre, delle dodici in quel momento in lizza, senza che si generassero sorprese, come invece è accaduto più volte in passato. A quelle 10, se ne sono aggiunte due, le teste di serie 3 (Gordon) e 4 (Fireman), e si è cominciato a giocare a KO, sulla distanza oramai classica (laggiù) di 120 smazzate. Le sei sopravvissute – per la prima volta, che io mi ricordi, tutte e sei la favorite – hanno poi raggiunto le prime due teste di serie nel tabellone dei quarti di finale. Non c’è stato un solo incontro in bilico: tutti i vincitori hanno largamente dominato.
Nei quarti, data la presenza di tanti campionissimi, ci sono scontri affascinanti. Quello che più mi piace segnalare è quello tra la testa di serie numero 4, i ragazzini terribili di Fireman (Kranyak-Wolpert-Lall, Hurd-Wooldridge) e la testa di serie numero 5, Bramley, che include giocatori di grande esperienza in generale e dalle carriere formidabili, tra i quali l’immenso Bob Hamman e Lew Stansby.

trials USA

Al momento in cui scrivo, si sono giocate 30 smazzate, e questi sono i risultati provvisori:

2014_05_13_m1

Come si può vedere, a differenza del turno precedente qui c’è grande equilibrio. Le due squadre che guidano con maggior distacco, Nickell su Sherman e Bramley su Fireman, lo fanno grazie ad una larga vittoria in uno dei due tempi, ma hanno entrambe perso l’altro.

Argomenti

Maurizio Di Sacco

Maurizio Di Sacco (DSZ003, Bridge Villa Fabbriche) è Arbitro Capo di FIGB, WBF, EBL, CAC (Center American & Caribbean), CSB (Confederation Sudamericana De Bridge) e Direttore della Scuola Arbitrale di FIGB ed EBL. Anche membro del WBF Laws Committee, Maurizio è uno dei più autorevoli arbitri del mondo. Anche il suo palmares come giocatore è più che invidiabile: ha giocato ai massimi livelli fino al 2002, conquistando a livello nazionale un titolo italiano, un argento in eccellenza, diversi piazzamenti in Coppa Italia e numerosi primi posti in tornei naizonali. A livello internazionale ha raggiunto la finale di un Campionato Mondiale e di uno Europeo.

Potrebbero interessarti anche...

Close