HomeL'Esperto Risponde

Mancato Alert e… Mancato attacco

Caro Maurizio,
ho avuto il piacere di fare la tua conoscenza agli Open a coppie di Salso; ero già una delle Tue spine del fianco, purtroppo ora lo sarò ancora di più.
Torneo federale di venerdì 4 aprile, 11 tavoli, ultimissima mano.
Gioco in Sud:

Gli avversari giocano il “liscione” ossia il naturale più naturale che c’è; sono una coppia che gioca talvolta/spesso insieme, della vecchia guardia.

Il 2[D] di Ovest non viene Alertato da Est.
Io devo attaccare, certamente a destra ho il [S]K, il mio ha pochissimo se Ovest, Passato di mano, ha 10/11 con la quinta di Quadri, la mia [H]Q (maledetta, in questo caso) è una flebilissima carta di rientro, penso che potrebbero avere i minori abbastanza chiusi, magari lunghetti, e valori a Cuori; decido di attaccare di [S]A sia per non farmelo mangiare che per la remotissima speranza del rientro a Cuori. Viene giù il morto e, senza tanto pensare, dico: “avresti dovuto Alertare 2[D]”; a questo punto ho già regalato la mano.
Apriamo lo score e mestamente scrivo 3SA fatti.
Giustamente gli avversari mi fanno notare l’improvvido attacco e dentro di me mi davo dell’imbecille quando l’avversario di destra commenta: “dovevi attaccare con il [S]J”. A questo punto, vista anche la semitarda età, mi sono ricordato dei ragionamenti che avevo fatto prima dell’attacco e ho pensato “ma come faccio ad attaccare di [S]J se il mio non ha alcun rientro per traversare poi a Picche?”; a maggior ragione avrei regalato la mano.
A carte viste è una mano interessante senza l’attacco a Picche, perché con le Cuori 3/3, sblocco di [H]Q e [H]10 per il compagno… etc. etc.
Chiamo l’Arbitro che dice “effettivamente un danneggiamento c’è stato”; a questo punto parte la gazzarra che ti evito.
Visti gli accenti non propriamente da convento di clausura, anche se il torneo era finito, l’Arbitro dà ad entrambe le coppie il 40%, che assolutamente accetto perché i toni erano trascesi e si sono superati i limiti della giusta, normale, educazione, compreso il sottoscritto, leggermente permaloso, anche se non insulterò mai nessuno.
In conclusione non mi sarà mai dato di sapere quale decisione avrebbe preso l’Arbitro.
Come ben sai, per Tua disgrazia, gradisco le Tue decisioni rapide ed esaustive: al di là delle sanzioni disciplinari che cosa avresti sentenziato?
A presto e buon week end
Emanuele Scribanti (SCL041, Circolo Biellese Bridge)

Ciao Emanuele,
a) Se il carattere “non forzante” della licita di 2[D] era unicamente legato al fatto che chi l’ha detto era Passato di mano, allora è discutibile che un Alert ti fosse dovuto, tuttavia, “non forzante” non bastava, nella circostanza, perché si trattava anche di una mano molto debole. In sostanza, se 2[D] poteva venire da carte come quelle, Passato di mano o no, andava Alertato.
b) Non capisco l’attacco di [S]A: avevi davvero paura di non farlo più? L’ipotesi era remotissima, e se avevi paura di regalare una presa al Re, l’A o la Q(J) non facevano alcuna differenza.
c) Proprio per quanto in b), c’è poca relazione tra l’infrazione ed il danno, mentre così non sarebbe stato se tu avessi attacco in un altro colore: allora avresti avuto una qualche ragione nel reclamare che avresti attaccato a Picche (naturalmente non con l’A!) con una diversa informazione. Dico “una qualche” e non “piena”, perché non avevi comunque diritto di sapere che Ovest aveva 5 punti, ma solo che avrebbe potuto averli, come avrebbe potuto averne anche 10/11. Ovvero, avresti ancora potuto basarti su un punteggio maggiore, ed evitare comunque l’attacco Picche.
d) Per rispondere compiutamente, bisognerebbe intervistare qualche giocatore, chiedendo:
1) Cosa avrebbero attaccato con la spiegazione giusta e
2) Se ritengano ci fosse una relazione tra l’infrazione ed il danno.
e) Il punteggio di 40%/40% non ha senso, a termini di Codice, tanto da essere qui illegale. Ciò che doveva fare l’Arbitro era effettuare l’indagine di cui sopra, assegnare un punteggio arbitrale in conseguenza di quell’indagine, e poi, se voleva punirvi entrambi, assegnare una penalità procedurale per motivi disciplinari (da quello che racconti, meritata).
Scrivi pure quando vuoi. Cordiali Saluti,
Maurizio Di Sacco

Argomenti

Maurizio Di Sacco

Maurizio Di Sacco (DSZ003, Bridge Villa Fabbriche) è Arbitro Capo di FIGB, WBF, EBL, CAC (Center American & Caribbean), CSB (Confederation Sudamericana De Bridge) e Direttore della Scuola Arbitrale di FIGB ed EBL. Anche membro del WBF Laws Committee, Maurizio è uno dei più autorevoli arbitri del mondo. Anche il suo palmares come giocatore è più che invidiabile: ha giocato ai massimi livelli fino al 2002, conquistando a livello nazionale un titolo italiano, un argento in eccellenza, diversi piazzamenti in Coppa Italia e numerosi primi posti in tornei naizonali. A livello internazionale ha raggiunto la finale di un Campionato Mondiale e di uno Europeo.

Potrebbero interessarti anche...

Leggi anche...

Close
Close