Gli Esperti RispondonoHome

Il tuo parere su questa situazione

Caro Maurizio,
dopo una lunga assenza, torno a richiedere il tuo intervento per chiarirmi qualche idea.
Simultaneo Light di giovedì 15 maggio:

 

12Fiori: Alertato come “Mono/bicolore con le Fiori più lunghe” (da Fiori forte)
22Quadri: Alertato “Interroga per la distribuzione”
3Passo: Da sistema le risposte in assenza di interferenza sono:
a. 2Cuori/2Picche: bicolore Fiori-Cuori/Picche;
b. 2SA: bicolore Fiori/Quadri
c. 3Fiori: monocolore
Non abbiamo però accordi in caso di interferenza e ho deciso di Passare.
42SA: A questo punto ho pensato che la bicolore con le Cuori avrei potuto dichiararla “gratis” al giro precedente Contrando l’interferenza e che quindi il mio 2SA non sarebbe stato frainteso ed avrebbe lasciato al partner la possibilità di decidere se giocare Fiori o Quadri senza superare il livello 3.

Sull’attacco (coperto) di Sud avverto che col mio 2SA avevo inteso dichiarare una bicolore Fiori/Quadri.
Sud replica “ok, va bene”, e scopre la sua Cuori; 2SA-1.
Quando, aprendo lo score, Sud si accorge di aver preso uno zero chiama il direttore .

Dalla ricostruzione emerge che:
– prima dell’attacco io avevo dichiarato che la mia licita (non Alertata) voleva mostrare la bicolore Fiori/Quadri;
– Ovest dichiara di non aver Alertato in quanto la licita 2SA ha tale significato convenzionale solo in assenza di interferenza.
Il direttore afferma, in momenti successivi, che:
– Sud, pur non avendo fatto alcuna riserva al momento in cui ha ricevuto la spiegazione, ha diritto di chiedere un risarcimento;
– Dal momento che E/O hanno fornito due interpretazioni diverse della licita 2SA, automaticamente deve assumersi che sia stata fornita una spiegazione sbagliata e non un errore di licita, per cui sussiste il diritto al risarcimento;
– il problema nasce dalla mia spiegazione, in quanto se avessi evitato di fornire spiegazioni non ci sarebbe stata alcuna irregolarità;
– alla fine ritiene di poter convalidare il risultato in quanto le mie spiegazioni avevano indirizzato N/S verso il corretto controgioco.

Dal momento che il tutto mi lascia abbastanza perplesso gradirei qualche tuo chiarimento in merito.
Grazie, a presto,
Paolo Orsi

Ciao Paolo,
piacere di rileggerti.
Veniamo al merito, preannunciando che l’approccio dell’Arbitro è stato, nella sostanza, corretto.
In particolare, corrispondono al vero sia l’affermazione riguardante i diritti dei giocatori – anzi il Codice scoraggia la pratica di “riservarsi”, essendo la stessa fonte di INA -, sia quella in merito alla presunzione di erroneità della spiegazione in assenza di evidenza del contrario (concetto ripetuto ben tre volte, nell’Articolo 21 del Codice di Gara, nell’Articolo 40 del Codice di Gara e nell’Articolo 75 del Codice di Gara).
Non sono invece così sicuro della correttezza della decisione finale, dato che N/S avevano il diritto di ricevere la corretta spiegazione già durante la licita. L’Arbitro, quindi, avrebbe dovuto chiedere in giro cosa si poteva fare di diverso con le carte di Nord su 2SA. Se avesse raccolto un’unanimità di risposte “Passo”, allora andava confermato il risultato, ma se, come possibile, qualcuno avesse riaperto (di “Contro”, per esempio), il risultato andava in qualche misura cambiato.
Cari Saluti,
Maurizio Di Sacco

Argomenti

Maurizio Di Sacco

Maurizio Di Sacco (DSZ003, Bridge Villa Fabbriche) è Arbitro Capo di FIGB, WBF, EBL, CAC (Center American & Caribbean), CSB (Confederation Sudamericana De Bridge) e Direttore della Scuola Arbitrale di FIGB ed EBL. Anche membro del WBF Laws Committee, Maurizio è uno dei più autorevoli arbitri del mondo. Anche il suo palmares come giocatore è più che invidiabile: ha giocato ai massimi livelli fino al 2002, conquistando a livello nazionale un titolo italiano, un argento in eccellenza, diversi piazzamenti in Coppa Italia e numerosi primi posti in tornei naizonali. A livello internazionale ha raggiunto la finale di un Campionato Mondiale e di uno Europeo.

Potrebbero interessarti anche...

Leggi anche...

Close
Close