CronacaEsteraHome

Summer NABC: il punto (6)

Las Vegas - NABC 2014 - News

Tutto finito nei NABC (National American Bridge Championships) estivi, o “Summer Nationals”, il National americano di Las Vegas, Nevada.
Nella notte italiana si è giocata la finale della Spingold, mentre in parallelo scorrevano tutti gli eventi collaterali. In particolare, il Roth Swiss Teams, anch’esso valido per un titolo ACBL – è un evento di prima fascia, che raccoglie tutte le migliori formazioni, ovvero quelle cacciate fuori dalla Spingold – ma anche i consueti molti altri.

La manifestazione principale è andata ad appannaggio di SCHWARTZ, che partiva sfavorita contro MONACO, e per di più si è ritrovata sul gobbo un pesante passivo dopo le prime sedici mani, sotto 41-7. Di questi, 11 grazie ad uno slam “rubato” da HelgemoHelness senza il controllo a Picche.
Poco male: il tempo dopo una grandinata di IMP si è abbattuta su MONACO nelle mani dalla 18 alla 23, quando SCHWARTZ ha accumulato 43 IMP senza replica!
MONACO non si è più ripresa, anche se ha lottato da par suo: SCHWARTZ ha infatti vinto di misura entrambi i parziali rimanenti: 39-33 il terzo e 35-26 il quarto e ultimo, per concludere 142 a 115. Più tardi, se riuscirò a trovare i dati, cercherò di offrirvi qualche sprazzo del match.

Team Schwartz Spingold 2014La squadra Schwartz, vincitrice della Spingold

Team MonacoParte della squadra Monaco

MONACO non è così riuscita a consumare la vendetta contro gli israeliani Lotan Fisher e Ron Schwartz, membri della squadra che gli ha tolto la medaglia d’oro ai campionati europei di Opatija per poco più di 1 VP a sole due mani dalla fine, ma ha dimostrato una volta di più la sua formidabile caratura, confermandosi al vertice di tutto ciò che tocca.

Il Roth Open Swiss Teams è andato alla squadra FIREMAN, imbottita di giovani fenomeni d’oltre oceano, già da qualche anno presenza stabile ai vertici del bridge USA ed internazionale (tutti, in due ambiti diversi – chi a Veldhoven e chi a Bali – vantano un argento nella Bermuda Bowl).

Squadra Fireman
Secondo posto, invece, per una formazione di veterani, quella di BREED.

In gara, come dato conto ieri, c’erano anche numerosi italiani, ma nessuna delle loro formazioni è riuscita ad arrampicarsi tra le prime venticinque, ovvero quelle pubblicate sul bollettino di oggi.

In assenza, per una volta, dell’altrimenti onnipresente Giorgia Botta, solo due sono i connazionali dei quali ho qualche notizia: Paolo Clair e Luca De Michelis si sono comportati bene nel Sunday Fast Pairs, giungendo quattordicesimi su settantasei coppie.

Con la chiusura dei Nationals, viene assegnato anche il trofeo che va al giocatore capace di accumulare il maggior numero di Master Point nell’arco delle dieci giornate di gara, e questo includendo ogni evento, anche quelli a carattere “Regional” che si svolgono in parallelo. Hanno vinto il Fishbein Trophy (tutto ha un nome, quaggiù), a pari merito, tre trionfatori della Spingold: Boye Broegeld, Lotan Fisher e Ron Schwarz. Ottavo Giorgio Duboin.

1/3 316.34 Boye Brogeland
1/ 3 316.34 Lotan Fisher
1/3 316.34 Ron Schwartz
… 8 267.50 Giorgio Duboin

Curtains Fall, arrivederci a Providence, capitale del Rhode Island e seconda città, dopo Boston, del New England. Là si svolgeranno i Fall Nationals dal 27 Novembre al 7 Dicembre.

Maurizio Di Sacco

Argomenti

Maurizio Di Sacco

Maurizio Di Sacco (DSZ003, Bridge Villa Fabbriche) è Arbitro Capo di FIGB, WBF, EBL, CAC (Center American & Caribbean), CSB (Confederation Sudamericana De Bridge) e Direttore della Scuola Arbitrale di FIGB ed EBL. Anche membro del WBF Laws Committee, Maurizio è uno dei più autorevoli arbitri del mondo. Anche il suo palmares come giocatore è più che invidiabile: ha giocato ai massimi livelli fino al 2002, conquistando a livello nazionale un titolo italiano, un argento in eccellenza, diversi piazzamenti in Coppa Italia e numerosi primi posti in tornei naizonali. A livello internazionale ha raggiunto la finale di un Campionato Mondiale e di uno Europeo.

Potrebbero interessarti anche...

Close