Gli Esperti RispondonoHome

Il dichiarante reclama le prese

Ciao Maurizio,
spero vada tutto bene, approfitto della tua disponibilità per chiederti un parere.

2014_08_04_m1

Contratto: 4Picche

Svolgimento del gioco molto veloce: CuoriA e Re tagliato, Picche al Fante per la Dama secca e il terzo giro di Cuori.
E ora la parte interessante.
Picche al Re… Fiori per l’Asso e carte scese per nessun commento sul procedere.
Da come ha giocato ipotizzo che abbia giocato Fiori per entrare in mano e concludere la battuta delle (della?) atout.
Chiedo di giocare l’PiccheA e adesso il finale di gioco si presenta così:

2014_08_04_m2

Adesso un potenziale gioco distratto potrebbe entrare in gioco.
Il dichiarante potrebbe giocare ancora Picche, facendo prendere il 10 avversario e andare in fuori gioco, pagando una Cuori.
Ho preso questa decisione finale invitando le coppie a chiedere anche un parere dell’Arbitro capo presente nell’altro girone.
A fine tornei siamo andati insieme e ha cambiato il risultato impostando il resto del gioco sul tirarsi le carte di Quadri (aggiungendo in privato che ero un aguzzino per imporre il gioco Picche)
Cosa ne pensi?
Grazie in anticipo
Andrea Bottini

Ciao Andrea,
da come riporti i fatti, la tua decisione era non solo giusta, ma anche automatica, o quasi.
E’ infatti evidenti che Sud aveva perso il conto delle atout, ed a quelle condizioni, vale il principio che quando un giocatore ha carte per lui equivalenti, può giocarne indifferentemente una. Applicando questo principio di base al tuo caso, si giunge appunto alla tua conclusione. Tuttavia, mi pare ci sia un errore: al momento nel quale il dichiarante ha steso le carte, Ovest doveva averne ancora due, di Cuori, dunque bisognava darne tre, di prese alla difesa.
Cari Saluti,
Maurizio Di Sacco

Argomenti

Maurizio Di Sacco

Maurizio Di Sacco (DSZ003, Bridge Villa Fabbriche) è Arbitro Capo di FIGB, WBF, EBL, CAC (Center American & Caribbean), CSB (Confederation Sudamericana De Bridge) e Direttore della Scuola Arbitrale di FIGB ed EBL. Anche membro del WBF Laws Committee, Maurizio è uno dei più autorevoli arbitri del mondo. Anche il suo palmares come giocatore è più che invidiabile: ha giocato ai massimi livelli fino al 2002, conquistando a livello nazionale un titolo italiano, un argento in eccellenza, diversi piazzamenti in Coppa Italia e numerosi primi posti in tornei naizonali. A livello internazionale ha raggiunto la finale di un Campionato Mondiale e di uno Europeo.

Potrebbero interessarti anche...

Leggi anche...

Close
Close