CronacaEsteraHome

Cavendish a Coppie: vincitori e premi

This section contains some shortcodes that requries the Jannah Extinsions Plugin. Install it from the Theme Menu > Install Plugins.

Dopo il torneo a Squadre, anche il secondo, e principale, evento del Cavendish si è concluso.

Ieri sera sono stati proclamati i vincitori del Cavendish a Coppie nelle due serie, Open e Femminile.

Grzegorz Narkiewicz Krzysztof Buras Cavendish 2014Ad aggiudicarsi il primo posto nel girone Open la coppia polacca formata da Grzegorz Narkiewicz e Krzysztof Buras. Già giovedì sera i due erano risultati in testa al girone di qualificazione. A loro andrà il primo premio del circuito dei giocatori, 16.200 Euro. Lo sponsor che ha acquistato i diritti su questa coppia, durante il pittoresco cocktail con asta che precede l’evento, incasserà invece 137.500 Euro, una cifra davvero notevole, considerando anche che l’ispirato compratore era riuscito ad aggiudicarsi i due campioni polacchi per “soli” 27.000 Euro.
Al secondo posto, Andrew Robson e Tony Forrester, inglesi. Per loro il premio è 9.720 Euro, mentre per chi li ha acquistati, a 33.000 Euro, è di 82.500 Euro.
Terzo gradino del podio per un’altra coppia polacca, Bartosz Chmurski e Piotr Tuczynski, vera rivelazione dell’evento Open. Incasseranno un duplice premio: quello del circuito giocatori, 6.480 Euro e, poiché nessuno li aveva acquistati durante l’asta e quindi avevano dovuto coprire la propria quota base (5.000 Euro), anche quello del circuito degli acquirenti, ben 55.000 Euro!

[divider scroll_text=””]

Noga Tal Dana Tag Cavendish 2014Nel girone Ladies le sorelle Dana e Noga Tal, israeliane, seconde nel girone di qualificazione, hanno recuperato il carry over e concluso l’evento in cima alla classifica, superando le favoite, le olandesi Meike Wortel e Marion Michielsen. Dana e Noga incassano 4.725 Euro. Acquistate all’asta per 5.000 Euro, fruttano al proprio compratore 34.000 Euro (importo lordo). Ancora Polonia sul podio del Cavendish: Cathy Baldysz e Anna Sarniak si sono classificate seconde. Per loro il premio è di 3.375 Euro, mentre per il loro acquirente, che se le è aggiudicate a 8.000 Euro, di 24.000 Euro. Infine, brutta delusione per Meike Wortel e Marion Michielsen, che, in testa per tutto l’evento, sono state sfortunate proprio nel momento cruciale, e hanno dovuto accontentarsi del terzo posto e del relativo premio di 2.025 Euro. Amaro boccone soprattutto per il loro sponsor, che aveva puntato 17.000 Euro su questa coppia e, dopo averle viste in zona primo posto per quasi tutto il torneo, ora ne recupererà “solo” 15.000.

Gli italiani nel Cavendish

Fra le 72 coppie (52 Open e 20 Ladies) che hanno preso parte al Cavendish, c’erano anche diversi italiani, sebbene meno del solito, per via dell’assenza di molti campioni nostrani che avevano invece partecipato alle precedenti edizioni.

Vediamo come sono andati i nostri connazionali, iniziando dalle due rivelazioni della gara, i giovani Massimiliano Di Franco, 25 anni, Palermo, e Arrigo Franchi, 30 anni, Roma. In testa nelle prime fasi, hanno concluso le qualificazioni al terzo posto e nella classifica finale sono risultati sesti. Un grande risultato per questa inedita coppia di talentuosi ragazzi, che hanno avuto come avversari alcuni fra i migliori giocatori del mondo. Massimiliano ed Arrigo incassano 3.888 Euro; il loro acquirente ben 33.000 Euro, un buon guadagno considerato che lo sponsor si era aggiudicato la coppia per soli 6.000 Euro.

I campioni Fulvio Fantoni e Claudio Nunes, che, dopo aver rappresentato con successo l’Italia, da due anni giocano per la Nazionale del Principato di Monaco, sono stati acquistati all’asta per 44.000 Euro, secondo miglior prezzo (il primo è stato 47.000 Euro, per la coppia formata da Geir Helgemo e Tor Helness). I Fantunes hanno concluso le qualificazioni al 28esimo posto, e hanno proseguito quindi il torneo nel girone C di finale, nel quale sono arrivati secondi. Il loro acquirente recupera così solo 5.500 Euro della cifra investita.

Anche Andrea Manno e Massimo Lanzarotti, consolidata coppia del team Zaleski, dopo il 35esimo posto delle qualificazioni hanno disputato la finale C, finendo in quarta posizione. Durante l’asta, erano stati acquistati per 15.000 Euro.

Fra le Signore, Eleonora Duboin e Rosa Maria Tamburelli, quarte nelle qualificazioni, hanno avuto accesso alla finale A, concludendo però la gara in coda al girone. Infine, ancora una volta hanno preso parte all’evento Gianna Arrigoni, Consigliere FIGB, e Debora Campagnano, di origini italiane e attualmente residente in Francia (nazione che ha rappresentato ai recenti Campionati Europei a Squadre Femminili ottenendo il bronzo). Tredicesime alle qualificazioni, hanno disputato la finale B, risultando quarte al termine dell’evento.

Argomenti

Francesca Canali

Francesca Canali da alcuni anni è responsabile della trasmissione Vugraph durante i Campionati. Da Gennaio 2013 collabora con la sala stampa della FIGB.
Close