CampionatiCampionato Societario a CoppieCampionato Societario a Coppie 2014Home

Societario a Coppie 2014: Cristina Golin intervista le medaglie (2)

golin_art

Cristina Golin, di Genova, è nota nel mondo del Bridge per aver più volte vestito la maglia Azzurra della Nazionale femminile, conquistando anche un oro europeo (European Open Championships, Mentone 2003). Grazie ai suoi contributi su Bridge D’Italia Online, abbiamo recentemente scoperto un altro talento di Cristina: la capacità di scrivere cronache di qualità tecnica, apprezzabilissime per essere anche argute e ironiche. Lo scorso anno, la sua serie di articoli “Valanga Rosa,” in cui ripercorreva la sua esperienza nel Club Rosa, è diventata virale fra i bridgisti. A Novembre, Cristina ha partecipato al Campionato Societario a Coppie, alla sua prima edizione, e ci ha regalato una nuova serie di commenti.

ARGENTO Open

La giocata di Andrea Manno

Golin_Cristina_2

Andrea Manno mi racconta invece una mano tratta dalla fase transitoria e precisamente il board 19 della seconda sessione. Un bell’esempio di lettura della mano.
Diamo la parola ad Andrea:
“Giocavo 4Cuori in Sud dopo aver sottoaperto di 2Cuori.
Attacco Quadri6, per l’Asso del morto e il 7 di Est. Intanto la prima idea che mi sono fatto sull’attacco è che Ovest ha due carte ed Est Q10 quarti. Comunque ho giocato Fiori dal morto per il Re e l’Asso. Ovest è tornato Quadri rafforzando la mia convinzione sulla distribuzione del colore. Ho quindi pensato che anticipare il taglio di una Picche non costasse nulla; ho preso e ho giocato PiccheA, PiccheK e Picche taglio, su cui tutti hanno risposto.

Adesso ho incassato la FioriQ e ho tagliato una Fiori, su cui Ovest ha messo il Fante… Mi sembrava un Fante “onesto”(non un falso scarto), per cui la mano di Ovest era quasi completamente descritta: 3 carte di Fiori, 2 di Quadri, 3 di Picche le ho contate, quindi avrebbe dovuto avere 4 carte di Cuori… Perciò ho tagliato una Picche e giocato Cuori verso la Dama. Ovest in presa è stato obbligato a uscire a Cuori per farmi fare ancora due prese in atout.”

Questa mano è valsa alla coppia Manno – De Michelis un bel +8 sullo score del loro girone:

Golin_Cristina_3

“Giocavo 4Picche in Sud dopo una dichiarazione essenziale (1Picche-4Picche) e ho ricevuto l’attacco piccola Quadri. Mi sono fermato a guardare il morto e ho visto che avevo tre perdenti certe (due a Fiori e l’CuoriA), più l’incognita della PiccheQ e un po’ di carte da sistemare. Mi sono detto: qui bisogna guardare il morto e poi giocare veloci!! Sul Quadri10 del morto, Est ha messo la Dama e io ho preso con l’Asso. Fidando che l’attacco Quadri2 venisse da un onore, ho giocato il Quadri9 in sordina: preferivo che non coprissero perché la mossa successiva sarebbe stata muovere Cuori dalla mano e non volevo sprecare gli ingressi. Infatti Ovest non ha coperto e io ho scartato la Fiori… Ore le perdenti immediate si erano ridotte a due: una Cuori e una Fiori. Ho giocato Cuori e ho indovinato a passare il Fante.  Est ha preso ed era senza difesa… Nella fattispecie ha giocato FioriA e Fiori . Ho tagliato al morto e giocato CuoriK (su cui Ovest ha fornito il 10 e non la Dama, rasserenandomi), Cuori tagliata e ho potuto finire giocando a tagli incrociati concedendo alla difesa solo la Dama di atout.

Continua…

Leggi gli altri articoli della serie “Cristina Golin intervista le medaglie”

Argomenti

Cristina Golin

Cristina Golin (GLN009, Il Circolo di Bologna), nazionale. Nata a Genova troppi tot anni fa da una famiglia della media borghesia, inizia a lasciare tracce indelebili del proprio genio fin dall'adolescenza, segnando per sempre la vita di chi l'ebbe a fianco; dopo brillanti incursioni nel mondo del lavoro, getta alle ortiche una laurea a pieni voti in Ingegneria per dedicarsi anima, cervello e corpo al bridge (ma perché???). Si è riprodotta una sola volta, anche qui in modo strabiliante.

Potrebbero interessarti anche...

Close