ArticoliFestival di Montegrotto 2015Home

Bisogna saper perdere

Carlo Galardini al tavolo – foto di repertorio

Durante il torneo a Coppie Open del Festival di Montegrotto 2015, sono stato chiamato al tavolo per dirimere la seguente questione:

2Fiori = anche debole con 4-4 Nobile

Risultato: 2Cuori fatte.

A chiamare l’Arbitro è stato Ovest, che ha fatto notare come, nonostante Sud avesse Alertato e descritto la mano di Nord come 4-4, Nord avesse in realtà 5 carte di Picche e 4 carte di Cuori.

Nord ha dichiarato che si è trattato di una scelta: ha preferito dichiarare 2Fiori anziché ricorrere alla normale Jacoby Transfert. Di solito, con questa mano si giocano 2Picche (che infatti è stato il contratto di tutta la sala).

Ho spiegato che un giocatore è libero di scegliere, quando può, la strada che più preferisce, l’importante è che non ci siano INA o accordi nascosti con il partner.

Nord ha optato per una dichiarazione che avrebbe anche potuto portarlo a giocare sulla 4-3 in presenza di un possibile fit 5-3 a Picche. Con tre carte di Cuori e tre carte di Picche, Sud infatti avrebbe comunque detto Passo su 2Cuori (Magari se avesse avuto PiccheAKx e Cuorixxx avrebbe potuto correggere a 2Picche).

Certo, se Sud con PiccheKxx e CuoriAKx avesse detto 2Picche su 2Cuori, ci sarebbe stato un problema. In quel caso l’Arbitro avrebbe dovuto chiedergli il perché della sua correzione, e forse lui non avrebbe avuto una risposta soddisfacente. Cosa fare allora?
Difficile ipotizzare un accordo nascosto. Nord potrebbe avere “mostrato” la lunghezza dei colori in maniera illecita? Possibile, ma in questo caso la strada sarebbe diventata molto scivolosa e pericolosa. In tal caso, sarebbe stato opportuno tenere d’occhio questa coppia – nient’altro.

Dopo aver spiegato tutto ciò al tavolo, Est/Ovest hanno continuato a lamentarsi e a sostenere che il codice è sbagliato. Ipotizzando in Nord una 4-4 nei Nobili, avevano sbagliato il controgioco, quindi secondo loro l’Arbitro sarebbe dovuto intervenire, attribuendo il 40/60.

Io ho cercato di spiegare le ragioni del Codice di Gara, facendo un esempio più evidente ma sostanzialmente sovrapponibile:

“Se tu hai PiccheAQ   CuoriKx   Quadri Kx   Fiori Jxxxxxx e apri di 1SA, il tuo compagno rialza a 3SA e gli avversari, non ipotizzando il possesso di una settima da parte tua, controgiocano male e regalano il contratto, dovrei dare il 40/60 per il fatto che tu hai aperto di 1SA con una settima?”

Il giocatore non  mi ha risposto, continuando però a insultare il Codice, gli Arbitri ecc. ecc.

Morale della favola?

I giocatori devono sapere accettare sportivamente “gli strali dell’avversa fortuna”. La nostra meravigliosa disciplina non può essere ingabbiata totalmente e il buon giudizio o la scelta fortunata sono componenti ineliminabili, su cui la legge non deve intervenire.

Argomenti

Carlo Galardini

Carlo Galardini (GLL028, Le Nove Dame), Arbitro Capo.

Potrebbero interessarti anche...

Close