Gli Esperti RispondonoHome

Richiesta di parere

L'Esperto risponde

utenteCiao Maurizio,
mi piacerebbe sapere il tuo parere su questa mano e cosa avresti deciso se interpellato al tavolo.

Torneo Internazionale

1SA = 12-14
2Cuori = per le picche

Attacco Quadri4 – Est alla vista del morto fa riserva sulla mano.
Risultato: 4Fiori–1 = 100 per N/S
L’arbitro chiamato al tavolo ascolta le motivazioni di Est che spiega che il contro a 3Picche è take out senza le cuori (altrimenti avrebbe contrato 2Cuori).
Nord-Sud non sono evidentemente d’accordo su come intervenire sul Senza atout debole, sulla convention card non c’è scritto nulla.
Successivamente Sud dice di essersi sbagliato e che l’accordo è quello spiegato dal compagno

Ti sono grato fin d’ora per la risposta che vorrai darmi
Ciao
Ennio

Maurizio Di Sacco

Ciao Ennio,
la situazione è un pochino ingarbugliata.
Come sai, l’Articolo 40 del Codice di Gara – ed una specifica sentenza del WBF Laws Committee, San Paolo 2009, lo chiarisce meglio – afferma che un giocatore ha il diritto di avere in ogni momento la spiegazione giusta, ma che non ha invece il diritto di sapere che gli avversari hanno avuto un’incomprensione.
Nella circostanza, dato che Nord/Sud non possono provare la vera natura dei loro accordi, bisognerà assumere che la spiegazione giusta fosse “Cuori” (se fosse il contrario, non ci sarebbe danno, ex Articolo 75 del Codice di Gara, paragrafo C). Se Ovest avesse avuto questa informazione da subito, avrebbe allora detto “contro” su 2 Cuori, o effettuato la sequenza artificiale o naturale prevista dal suo sistema (almeno immagino).
Detto questo, per dipanare la matassa mi mancano, come vedi, delle informazioni cruciali, ovvero gli accordi di Est/Ovest, ma è da lì che bisognava partire per capire che cosa sarebbe potuto accadere dopo, ed assegnare un punteggio arbitrale di conseguenza.
Se è “contro” ciò che avrebbe detto Ovest, è allora probabile che Nord dicesse comunque 3Picche, e che Nord/Sud finissero per giocare 3Picche contrate (Sud, come è ovvio, aveva un’INA – ex Articolo 75 del Codice di Gara A e dunque l’Articolo 16 del Codice di Gara, paragrafo A&B – così che non poteva che dire sempre “passo”). Se altrimenti, non mi posso pronunciare ora.
Cari Saluti,
Maurizio Di Sacco

Argomenti

Maurizio Di Sacco

Maurizio Di Sacco (DSZ003, Bridge Villa Fabbriche) è Arbitro Capo di FIGB, WBF, EBL, CAC (Center American & Caribbean), CSB (Confederation Sudamericana De Bridge) e Direttore della Scuola Arbitrale di FIGB ed EBL. Anche membro del WBF Laws Committee, Maurizio è uno dei più autorevoli arbitri del mondo. Anche il suo palmares come giocatore è più che invidiabile: ha giocato ai massimi livelli fino al 2002, conquistando a livello nazionale un titolo italiano, un argento in eccellenza, diversi piazzamenti in Coppa Italia e numerosi primi posti in tornei naizonali. A livello internazionale ha raggiunto la finale di un Campionato Mondiale e di uno Europeo.

Potrebbero interessarti anche...

Close