CronacaHomeNazionale

Coppa Italia 2015: concluse le semifinali

Le semifinali della Coppa Italia 2015 si sono appena concluse. Il brivido ha percorso alcuni degli incontri, con i protagonisti a pochissimi imp di distanza e l’esisto in sospeso talvolta non solo fino all’ultimo board, ma addirittura fino al controllo degli score.

Non è però questo il caso del primo tavolo della serie Men, in cui la squadra  SSD Angelini – Bove (Ercole Bove cng, Francesco Angelini, Leonardo Cima, Valerio Giubilo, Lorenzo Lauria, Federico Primavera, Antonio Sementa, Mustafa Cem Tokay, Alfredo Versace) ha incontrato Reggio Emilia – Fornaciari (Ezio Fornaciari, Giovanni Donati, Alessandro Gandoglia, Giuliano Mattioli, Giacomo Percario, Luca Silingardi), portandosi da subito in vantaggio. Fornaciari non ha perso la lucidità e durante il secondo tempo ha recuperato parte del divario, senza però trovare, nel terzo segmento, l’occasione per completare il recupero. Il match si è concluso 116-72. Gli Assi romani raggiungono la finale, che non mancano dal 2012.

Il match del secondo tavolo, fra Bridge Breno – Lanzarotti (Massimo Lanzarotti, Arrigo Franchi, Benito Garozzo, Andrea Manno, Romain Zaleski) e Il Bridge – Lavazza (Maria Teresa Lavazza, Dennis Bilde, Norberto Bocchi, Giorgio Duboin, Fabrizio Hugony, Agustin Madala, Francesco Saverio Vinci) si potrebbe riassumere così: a volte il brivido comincia quando l’incontro si è concluso. Ripercorrendo rapidamente la storia del match, vincendo un turno ciascuna le due formazioni si sono sedute ai tavoli del terzo segmento con un distacco di 15 imp a favore di Lavazza. Piattissime le prime 12 mani del tempo, per un parziale di 8-4 per la rappresentativa frutto del gemellaggio fra la squadra simbolo di Torino (e ormai internazionalizzata) e la coppia Vinci-Hugony di Milano. Sul +19 è arrivato uno swing per Breno, che ha ridotto a +7 il divario e riaperto il match. Lavazza ha reagito con due piccoli guadagni, portandosi a +12. All’ultima mano, il diverso attacco contro un 3SA ha portato Lavazza, in chiusa, a cadere di una presa in chiusa, mentre in aperta Breno ha mantenuto il contratto, per un guadagno di +10. Con il distacco ridotto a 2 imp, il controllo degli score è stato capillare, soprattutto la ricostruzione di una mano dubbia. Niente da fare, però, per Breno: nessuna svista. La squadra ha così dovuto deporre le speranze di vincere il trofeo; ha inoltre preferito non giocare lo spareggio per il terzo/quarto posto, concedendo la vittoria a Fornaciari, a cui dunque va la medaglia di bronzo di questa edizione della Coppa Italia.

Al primo tavolo della serie Women, Bridge Reggio Emilia – Fornaciari (Ezio Fornaciari cng, Irene Baroni, Magherita Costa, Carla Gianardi, Cristina Golin, Chiara Martellini, Silvia Martellini, Annaelisa Rosetta, Marilina Vanuzzi) ha incontrato Bridge Bologna – Mantovani (Annarita Gibertoni, Dolores Giuliani, Tiziana Magelli, Monica Mainoldi, Marina Mantovani, Simonetta Paoluzi, Ilaria Saccavini). Equilibratissimi tutti i tre tempi dell’incontro, finiti rispettivamente +5 per Mantovani, +7 e +3 per Fornaciari, per un totale di 90-95 a favore della rappresentativa di Reggio Emilia.

Intanto, C.lo Resegone – Pozzi (Giulia Pozzi, Federica Brambilla, Laura Consonni, Barbara Dessì, Angela Dossena, Cristiana Morgantini)  ha affrontato Bridge EUR SSD – Bettiol (Fabrizia Bettiol, Giusy Bernabei, Anna Brucculeri, Ornella Cambon, Stefania Casale, Rita Marzano, Daniela Policicchio, Nicla Tessitore). Suspense anche in questo caso: il primo e il secondo segmento sono serviti solo a portare Resegone a +1. Nel terzo tempo sono stati spostati pochi imp e si è registrato solo un piccolo swing. Vincendo il terzo segmento per 15-6, Bridge EUR ha recuperato l’irrisorio svantaggio e conquistato l’accesso alla finale.

Nella Coppa Italia di seconda, terza, quarta categoria ed NC il terzo tempo dell’incontro fra Monza Bridge – Mussetti (Ettore Mussetti cng, Roberto Airaghi, Stefano Bertorelli, Giovanbattista Gualtieri, Renato Muneratti, Massimo Stevanazzi, Luca Tirelli) e Bridge Savona Vanara (Paolo Vanara, Renato Allegra, Renato Bertello, Giovanni Grappiolo, Carmelo Pennestri, Giovanni Salomone), formazione quasi sovrapponibile alla squadra che nel 2014 vinse l’argento, è cominciato in perfetta parità. Nell’ultimo segmento ha prevalso Monza Bridge, che ha vinto per 90-77 in totale.

Il match fra Siena Bridge (Stefano Fedi, Duccio Fineschi, Duccio Geronimi, Claudio Marini, Domenico Smorto) e Bridge Farnese Piacenza – Galluccio (Michele Galluccio, Monica Bolzoni, Simonetta Lorenzon, Paolo Magistrati, Luigi Parmigiani, Andrea Zurla) è stato vinto dalla seconda formazione 80-62.

Argomenti

Francesca Canali

Francesca Canali da alcuni anni è responsabile della trasmissione Vugraph durante i Campionati. Da Gennaio 2013 collabora con la sala stampa della FIGB.

Potrebbero interessarti anche...

Close