CronacaEsteraHome

European Champions’ Cup 2015: la Semifinale ANGELINI – ALLEGRA (1)

ANGELINILa squadra Angelini: Antonio Sementa, Lorenzo Lauria, Alfredo Versace, Mustafa Cem Tokay, Valerio Giubilo, Leonardo Cima

European Champions’ Cup (Coppa dei Campioni d’Europa), Mylton Keynes, Inghilterra. In Semifinale si affrontano ANGELINI e ALLEGRA, le due squadre italiane. La cronaca del primo tempo.

L’incontro tra le due formidabili formazioni italiane è per largo distacco il più classico del calendario italiano degli ultimi vent’anni, quando si sono divise tutti i titoli disponibili. Per buona misura, sono state le dominatrici anche di questa manifestazione, vincendo undici titoli su tredici: sei volte i romani, e cinque (la prima e le ultime quattro) i torinesi.

Il primo board ha subito versato del sangue, a spese di ALLEGRA, grazie ad un attacco creativo di Norberto Bocchi non coronato dal successo. La licita è stata la stessa in entrambi i tavoli:

MDS_20151115_m1_A

MDS_20151115_m1_B

e queste sono le carte di Est:
Picche A K 10 8 6    Cuori Q 8 5    Quadri J 6    Fiori Q 5 2

Lorenzo Lauria ha semplicecemente attaccato con la sua picche più piccola, mentre Norberto ha selezionato la CuoriQ. Questa volta non era una buona idea:

MDS_20151115_m1

Le due prese in più così guadagnate hanno mandato ANGELINI avanti per 2-0, ma ALLEGRA ha segnato subito dopo 1 IMP e di nuovo grazie ad una presa in più in 1SA.

E’ seguito un piatto 4Cuori+1, seguito dal primo swing in doppia cifra dell’incontro, dovuto ad una diversa scelta dichiarativa. Sedeti in Est avete:

Picche Q 8 6 5 4    Cuori K Q 10    Quadri K 10    Fiori Q 7 4

La licita comincia con 1Cuori del vostro dirimpettaio e Contro a destra. Voi surcontrate, e dopo il successivo 2Quadri di Sud la palla torna a voi. E ora?

Questo è il problema affrontato sia da Lorenzo Lauria che Norberto Bocchi. Lauria ha scelto 3Quadri,e ha rispettato il successivo 3SA di Versace, mentre Bocchi è saltato a 4Cuori. Meglio il primo:

MDS_20151115_m4

4Cuori sono rapidamente cadute di due prese, mentre 3SA erano a prova di bomba, così che ANGELINI si è presa 13 IMP per condurre 15-1.

I romani hanno aggiunto subito un altro punticino giocando manche nel miglior colore (e se le Cuori fossero state 4-1 ne avrebbero guadagnato dieci in più), poi hanno affibbiato un altro brutto colpo agli avversari. Sotto i riflettori c’erano questa volta Bilde e Versace.
Supponiamo che voi sappiate che l’avversario di destra ha una mano minima e bilanciata con la sesta di Picche, e che voi attacchiate con l’ CuoriA contro quattro Picche. Ecco ciò che contemplate:

MDS_20151115_m6bis

Il compagno mette il 6, dando il conto, ed il dichiarante fornisce il 10. Adesso? Dennis Bilde è tornato a Fiori, mentre Alfredo Versace ha messo sul tavolo l’QuadriA. Meglio il secondo:

MDS_20151115_m6

Il taglio a Quadri ha prodotto il down prima ancora che il dichiarante toccasse le carte, mentre Sementa ha rapidamente impacchettato dieci prese. Quei 10 IMP hanno portato ANGELINI davanti per 26-1.

ALLEGRA ha cominciato la sua marcia di avvicinamento grazie ad un interessante swing di media entità. a causa del differente timing della licita.

MDS_20151115_m7

MDS_20151115_m7_A

2Fiori = cinque Cuori, 6-10MDS_20151115_m7_B

Il gioco non richiedeva niente di particolare, e quando entrambi i dichiaranti sono arrivati sani e salvi in porto ALLEGRA ha incassato un dividendo di 6 IMP.

Sono seguite due mani piatte, poi 1 IMP per ANGELINI, poi ALLEGRA si è accreditata del suo primo grosso guadagno.

MDS_20151115_m11

MDS_20151115_m11_AMDS_20151115_m11_B

5Quadri sono tranquillamente cadute di una presa, ma in 5Picche Lauria dopo l’attacco di CuoriA ed il 3 di Alfredo (conto rovescio) non è stato capace di leggere la situazione ed è tornato a Quadri. Bianchedi ha così parcheggiato la sua seconda Cuori sul QuadriK è ha realizzato il suo contratto. 12 IMP verso Torino invece che 4 nell’altra direzione.

Pari in 3SA-1 la mano seguente, pari in 2SA fatte giuste la tredici, pari la quattordicesima (3SA-1 a fronte di quattro Fiori meno uno), e poi due guadagni consecutivi per ALLEGRA, per portarla al comando.

MDS_20151115_m15

MDS_20151115_m15_AMDS_20151115_m15_B

1Quadri = cuori

Sementa ha scelto un’azione più aggressiva del suo corrispettivo di sala aperta, ed ha pagato dazio. Est ha semplicemente incassato PiccheAK ed ha continuato nel colore. Ovest ha surtagliato il morto e si è tirato l’FioriA. All’altro tavolo dopo un identico inizio Versace è tornato di piccola sotto l’FioriA ed il dichiarante ha reclamato le restanti prese, per un netto di 7 IMP. Poi qualcosa di più significativo:

MDS_20151115_m16

MDS_20151115_m16_A

2SA = relay, no fit a Picche
3Fiori = minimo
3Quadri = relay
4Fiori = 5530
4Cuori = sign offMDS_20151115_m16_B

2Fiori = FM
2Picche = 4+ Cuori
2SA = relay
3Fiori = dieci carte nei due colori
3Quadri = relay, no fit a Picche
3Cuori = 5-5
3Picche = relay
4Fiori = mano media, 14-16
4Quadri = cue bid

Una volta che Tokay aveva mostrato una mano minima, si può capire perché si sia sentito obbligato a riaprire, ma Sementa è semplicemente passato. Il gioco è andato male per Nord: Bocchi ha attaccato a Fiori e Tokay ha messo il dieci tagliando il Fante di Ovest. Quando ha mosso una Quadri verso il morto Est ha tagliato ed ha continuato a Fiori. Questo era il momento cruciale: al momento nel quale il dichiarante ha deciso di giocare per i due Re neri piazzati all’opposto di come si trovavano nella realtà ed ha messo l’Asso, ha segnato il suo destino. Il Picche10 è arrivato al Re, e quando Bocchi ha perseverato con il FioriK il dichiarante ha perso il controllo.
Sebbene le Cuori fosse mal divise Bianchedi non ha avuto problemi nel suo contratto, e ALLEGRA ha così segnato 10 IMP per condurre 36-27 a metà gara.

Argomenti

Maurizio Di Sacco

Maurizio Di Sacco (DSZ003, Bridge Villa Fabbriche) è Arbitro Capo di FIGB, WBF, EBL, CAC (Center American & Caribbean), CSB (Confederation Sudamericana De Bridge) e Direttore della Scuola Arbitrale di FIGB ed EBL. Anche membro del WBF Laws Committee, Maurizio è uno dei più autorevoli arbitri del mondo. Anche il suo palmares come giocatore è più che invidiabile: ha giocato ai massimi livelli fino al 2002, conquistando a livello nazionale un titolo italiano, un argento in eccellenza, diversi piazzamenti in Coppa Italia e numerosi primi posti in tornei naizonali. A livello internazionale ha raggiunto la finale di un Campionato Mondiale e di uno Europeo.

Potrebbero interessarti anche...

Close