CronacaEsteraHome

Slava Cup 2016 (1)

Slava CupDa venerdì 19 febbraio a domenica 21 febbraio si disputerà, a Mosca, la Slava Cup. La data dell’evento, il fine settimana più prossimo al 20 febbraio, non è casuale: in questo giorno, infatti, ricorre la nascita di Slava Grinuk (20.02.1970 – 1.5.1999), giovane giocatore russo prematuramente scomparso per malattia, a cui i suoi amici bridgisti ogni anno dedicano l’organizzazione del Festival.
Ricordiamo che anche per il bridge italiano il 20 febbraio è una data preziosa, essendo la ricorrenza della nascita di Guido Ferraro, Campione di Bridge e Consigliere della Federazione venuto a mancare l’anno scorso.

La Slava Cup è un Festival annuale, in parte a inviti e in parte a iscrizione libera (ma sempre secondo rigidi criteri di ammissione). La competizione è dunque selettiva, di livello mediamente piuttosto alto (in alcuni anni eccellente, ma i numerosi impegni agonistici internazionali del 2016 hanno parzialmente limitato la partecipazione a questa edizione da parte di alcuni giocatori di punta). La manifestazione comprende due tornei, a coppie e a squadre.

Torneo a squadre

All’evento a squadre partecipano 8 formazioni, tutte invitate dal Comitato Organizzatore.

La gara è articolata in due fasi.

Prima fase: girone all’italiana: incontri fra tutte le formazioni iscritte (7 incontri da 10 smazzate ciascuno).
Seconda fase: le prime quattro classificate del girone all’italiana si incontrano in semifinale (2 tempi da 14 smazzate ciascuno), con abbinamenti basati sulla posizione della classifica (la squadra in testa sceglie fra la terza e la quarta) e carry over (per gli amanti delle formule, in questa gara, il carry over viene assegnato nel modo che segue: se la squadra A, durante le qualificazioni, ha vinto contro la squadra B, si assegnerà ad A un carry over pari alla metà del suo vantaggio in imp nell’incontro delle qualificazione se, al termine della qualificazione, A occupava una posizione di classifica superiore a B. Verrà invece attribuito solo 1/3 del vantaggio come carry over se, al termine delle qualificazioni, A occupava una posizione di classifica inferiore a B. Il carry over non potrà essere superiore a 7 imp nelle Semifinali e a 9 imp nella Finale).
Le formazioni vincitrici della Semifinale si affrontano in Finale (3 tempi da 12 mani); contemporaneamente si disputerà un incontro per l’assegnazione del 3° e 4° posto (anche in questo caso 3 tempi da 12 mani). Le formazioni che non si sono qualificate per la fase a KO giocano un torneo di consolazione per l’assegnazione delle posizioni di classifica disponibili.

Di seguito le squadre iscritte quest’anno. All’evento partecipano due giocatori italiani: Massimo Lanzarotti e Andrea Manno, sotto l’insegna di “Breno” la squadra che in Italia vediamo abitualmente capitanata da Romain Zaleski e per questa occasione evidentemente prestata a Juan-Carlos Ventin, sponsor spagnolo.

1. AUKEN
Sabine AUKEN – Roy WELLAND – Dennis BILDE – Morten BILDE

2. BIRMAN
Alon BIRMAN – Bar TARNOVSKI – Sjoert BRINK – Bas DRIJVER

3. BRENO
Tom HANLON – Juan Carlos VENTIN CAMPRUBI – Massimo LANZAROTTI – Andrea MANNO

4. BULGARIA
Diyan DANAILOV – Jerry STAMATOV – Vladimir MARASHEV – Ivan TSONCHEV

5. ICELAND
Jon BALDURSSON – Sveinn Runar EIRIKSSON – Sigurbjorn HARALDSSON – Throstur INGIMARSSON

6. STOICHKOV
Vadim KHOLOMEEV – Ivan SEMENOV – Vitold SLIVA – Pavel VOROBEI

7. SWEDEN
Peter BERTHEAU – Per-Ola CULLIN – Johan SYLVAN – Frederic WRANG

8. SWEDEN JUNIORS
Simon EKENBERG – Simon HULT – Mikael RIMSTEDT – Ola RIMSTEDT

Torneo a Coppie

Alla gara a coppie partecipano 39 coppie, in parte invitate dal Comitato organizzatore e dalla Federazione russa di bridge. Per i rimanenti posti l’iscrizione è libera e come criterio di ammissione si utilizza il sistema di categorie e punteggi della Federazione russa. Si disputano 8 round da 15 board, con formula in IMP da convertirsi in VP.

Nessun giocatore italiano è iscritto alla competizione a coppie (elenco)

Argomenti

Francesca Canali

Francesca Canali da alcuni anni è responsabile della trasmissione Vugraph durante i Campionati. Da Gennaio 2013 collabora con la sala stampa della FIGB.
Close