CronacaEsteraFederbridgeHome

La Finale USA1 dei Trials Americani (7)

[et_pb_section admin_label=”section” transparent_background=”off” allow_player_pause=”off” inner_shadow=”off” parallax=”off” parallax_method=”off” custom_padding=”0px||0px|” padding_mobile=”off” make_fullwidth=”off” use_custom_width=”off” width_unit=”on” make_equal=”off” use_custom_gutter=”off”][et_pb_row admin_label=”row” make_fullwidth=”on” use_custom_width=”off” width_unit=”on” use_custom_gutter=”on” padding_mobile=”off” background_color=”#17916c” allow_player_pause=”off” parallax=”on” parallax_method=”on” make_equal=”off” column_padding_mobile=”on” gutter_width=”1″ parallax_1=”off” parallax_method_1=”off” padding_top_1=”0px” padding_bottom_1=”0px” custom_css_main_element=”box-shadow: 1px 1px 15px #000;” custom_padding=”||10px|” custom_margin=”||0px|” background_image=”http://www.bridgeditalia.it/wp-content/uploads/2016/10/suits-back6.jpg”][et_pb_column type=”4_4″][et_pb_text admin_label=”Testo” background_layout=”dark” text_orientation=”center” use_border_color=”off” border_color=”#ffffff” border_style=”solid” custom_css_main_element=”text-shadow: 1px 1px 3px #000;” text_font=”|on|||” text_font_size=”20″ custom_margin=”0px||0px|” custom_padding=”0px||4px|”]

Bridge, lo Sport della Mente

[/et_pb_text][et_pb_button admin_label=”Pulsante” button_url=”http://www.federbridge.it” url_new_window=”on” button_text=”Scopri di più” button_alignment=”center” background_layout=”dark” custom_button=”on” button_text_color=”#ffffff” button_border_color=”#ffffff” button_letter_spacing=”0″ button_font=”|on|||” button_use_icon=”on” button_icon=”%%257%%” button_icon_color=”#ffffff” button_icon_placement=”right” button_on_hover=”on” button_border_color_hover=”#ffffff” button_letter_spacing_hover=”0″] [/et_pb_button][/et_pb_column][/et_pb_row][/et_pb_section][et_pb_section admin_label=”Sezione” fullwidth=”off” specialty=”on” transparent_background=”off” allow_player_pause=”off” inner_shadow=”off” parallax=”off” parallax_method=”off” custom_padding=”0px|||” padding_mobile=”off” make_fullwidth=”on” use_custom_width=”off” width_unit=”on” make_equal=”off” use_custom_gutter=”on” gutter_width=”2″ parallax_1=”off” parallax_method_1=”off” parallax_2=”off” parallax_method_2=”off”][et_pb_column type=”3_4″ specialty_columns=”3″][et_pb_row_inner admin_label=”Riga” padding_mobile=”off” use_custom_gutter=”off” column_padding_mobile=”on” make_equal=”off” parallax_1=”off” parallax_method_1=”off”][et_pb_column_inner type=”4_4″ saved_specialty_column_type=”3_4″][et_pb_image admin_label=”Immagine” src=”http://www.bridgeditalia.it/wp-content/uploads/2013/06/Selezioni_USA_ev.jpg” show_in_lightbox=”off” url_new_window=”off” use_overlay=”off” animation=”bottom” sticky=”off” align=”left” force_fullwidth=”on” always_center_on_mobile=”on” use_border_color=”off” border_color=”#ffffff” border_style=”solid” max_width=”100%”] [/et_pb_image][et_pb_post_title admin_label=”Titolo del Post” title=”on” meta=”on” author=”on” date=”on” categories=”off” comments=”on” featured_image=”off” featured_placement=”background” parallax_effect=”on” parallax_method=”off” text_orientation=”center” text_color=”dark” text_background=”off” text_bg_color=”rgba(255,255,255,0.8)” module_bg_color=”rgba(255,255,255,0)” title_all_caps=”on” use_border_color=”off” border_color=”#ffffff” border_style=”solid” title_font=”|on|||” title_text_color=”#124074″ meta_font=”|on|||” meta_text_color=”#124074″ title_font_size=”28px” custom_css_main_element=”text-shadow: 2px 2px 0px #fff;”] [/et_pb_post_title][et_pb_code admin_label=”Tags” custom_css_main_element=”font-weight: bold;||padding-top: 10px;||padding-bottom: 10px;||border-top: solid 1px #124074;||border-bottom: solid 1px #124074;||text-shadow: 1px 1px 0px #fff;”][tags][/et_pb_code][et_pb_code admin_label=”Social” custom_css_main_element=”vertical-align: middle;”][wpsr_facebook] [wpsr_retweet] Stampa[/et_pb_code][et_pb_text admin_label=”Testo” background_layout=”light” text_orientation=”justified” use_border_color=”off” border_color=”#ffffff” border_style=”solid”]

Dieci mani insulse aveva riservato il sesto parziale, e ben nove erano in agguato nel settimo. Male per lo spettacolo, e malissimo per DIAMOND, che aveva bisogno di movimentare un po’ il gioco.
NICKELL ha guadagna 4 IMP nel primo board e altrettanti nel quinto, sempre per la stessa ragione: qualche stiracchiatura di troppo da parte degli avversari, poi una surleveé, e poi, finalmente, qualcosa di più interessante.

Il rialzo di Greco ha creato qualche grattacapo a Rodwell, il quale è sì stato forse un po’ timido, ma comunque doveva indovinare; di là, il passo di Levin ha lasciato a Lall la possibilità di surlicitare, e con quella è stato facile arrivare a slam (ma io sospetto che Lall avrebbe rialzato anche nella stessa posizione di Eric Rodwell). 11 IMP.
La mano dopo ha dimostrato una volta di più che è spesso deleterio cercare swing a tutti i costi.

2SA = 4+Picche, limite o più

Bathurst e Lall si sono agitati troppo, more solito – a me sarebbe piaciuto “contro” al secondo giro con le carte di Sud, così da mostrare valori difensivi, oltre alla lunga di cuori – ed hanno finito per pagare 100 sul niente avversario. Di là, il creativo 3NT di Hampson non ha avuto felice sorte: la difesa ha incassato le prime sei prese, e con quelle 200 punti e 7 IMP.
L’attitudine degli alfieri di DIAMOND a farsi del male da soli è continuata due mani dopo.

1Fiori = 16+
1Quadri = 0-7

1Fiori = 16+
1Quadri = 0-7

Continuando nella sua politica volta a creare swing a tutti i costi, Hampson ha prima fatto la cosa giusta contrando 3NT (giusta a carte viste, s’intende), ma poi ha fatto quella sbagliatissima attaccando con un onore di quadri. 550 agli avversari, ed un memento al famoso adagio di Edgar Kaplan: non c’è un modo specifico di giocare quando si è molto indietro, la cosa migliore è continuare a giocare a bridge”! Dall’altro lato Weinstein, che di ricami non aveva alcun bisogno, ha prosaicamente selezionato il (S)K e Sud non aveva proprio modo di arrivare a nove senza cedere almeno cinque prese agli avversari. 12 IMP.
Mancavano due mani a finire, e DIAMOND ha recuperato qualcosa di significativo nella penultima.

4Fiori = cue
4Quadri = controllo a cuori, non necessariamente a quadri

1Quadri = 2+Quadri, 10-15

Il “tagliafuori” di aperta ha funzionato a meraviglia, e così i Meckwell hanno avuto non pochi problemi a trovare la stessa, eccellente difesa operata in chiusa da Bathurst e Lall. 8 IMP.
Altri 2 IMP in prese in più, uno per parte, hanno fatto sì che il punteggio finale sia stato 28-20 per NICKELL, avanti 196-133.

[/et_pb_text][et_pb_code admin_label=”Social 2″][wpsr_facebook] [wpsr_retweet] [wpsr_plusone][/et_pb_code][/et_pb_column_inner][/et_pb_row_inner][/et_pb_column][et_pb_column type=”1_4″][et_pb_search admin_label=”Ricerca” background_layout=”light” text_orientation=”left” exclude_pages=”off” exclude_posts=”off” hide_button=”off” placeholder=”Cerchi qualcosa?” button_color=”#17916c” input_font=”|on|||” input_text_color=”#bfbfbf” button_font=”|on|||” button_text_color=”#ffffff” custom_css_before=”background-color: #17916c;”] [/et_pb_search][et_pb_code admin_label=”Tweet stream” disabled_on=”on|on|” disabled=”off” custom_css_main_element=”background-color: rgba(29,161,242,0.3);”]<a class=”twitter-timeline” data-tweet-limit=”4″ data-chrome=”transparent nofooter noborders noscrollbar” href=”https://twitter.com/BridgeDItalia”>Tweet di BDI Online</a> <script async src=”//platform.twitter.com/widgets.js” charset=”utf-8″></script>[/et_pb_code][/et_pb_column][/et_pb_section]

Argomenti

Maurizio Di Sacco

Maurizio Di Sacco (DSZ003, Bridge Villa Fabbriche) è Arbitro Capo di FIGB, WBF, EBL, CAC (Center American & Caribbean), CSB (Confederation Sudamericana De Bridge) e Direttore della Scuola Arbitrale di FIGB ed EBL. Anche membro del WBF Laws Committee, Maurizio è uno dei più autorevoli arbitri del mondo. Anche il suo palmares come giocatore è più che invidiabile: ha giocato ai massimi livelli fino al 2002, conquistando a livello nazionale un titolo italiano, un argento in eccellenza, diversi piazzamenti in Coppa Italia e numerosi primi posti in tornei naizonali. A livello internazionale ha raggiunto la finale di un Campionato Mondiale e di uno Europeo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Potrebbero interessarti anche...

Close