CronacaEsteraFederbridgeHome

World Youth Team Championships 2018 (4)

E’ terminata la seconda giornata di sfide, in quel di Wujiang, e le nostre truppe hanno appena terminato di combattere le loro battaglie con alterne fortune. La giornata era più breve perché comprendeva in ciascuna serie soltanto 3 incontri. Vediamo come è andata, e partiamo dai fratelli maggiori del campionato Juniors.

Non è stata una buona giornata, diciamolo subito. Eravamo attesi da due compiti impegnativi, l’India capolista e Israele che a livello giovanile è sempre un capofila, inframmezzati da un incontro più abbordabile contro la Colombia. Contro l’India abbiamo subito una sconfitta piuttosto pesante (60-18); la Colombia è stata battuta con punteggio sufficientemente netto ma non travolta (51-31); e infine con Israele si è riperso seccamente (17-38). Abbiamo portato a casa 22 VP e qualche spicciolo, e chiaramente questo non ha migliorato la nostra posizione di classifica né abbreviato il ritardo che ci separa dalle posizioni che ci interessano. Siamo ora 16esimi con un ritardo di circa 22 VP dalla Polonia al momento assisa in ottava posizione.

Ci sono sugli score errori che non competono al livello dei nostri giocatori, e che testimoniano di mancanza di serenità; se non riusciremo a eliminarli sarà difficile risalire in classifica. Volendo pensare in positivo, i margini di miglioramento giocatori come i nostri ce li hanno sicuramente; ma è adesso che vanno sfruttati, prima che i divari diventino incolmabili. Non siamo ancora a metà cammino e il calendario ci può sospingere un pochino, visto che abbiamo incontrato quattro delle prime sette in classifica e nessuna delle ultime sei (ma una di queste è l’Inghilterra…).

Dario Attanasio e Valerio Giubilo hanno il loro daffare per governare il morale della truppa; Dario dice che bisogna superare il momento negativo, citando il detto siciliano ‘Calati juncu ca passa la cina’ (per i non pratici: piegati, giunco, che passa la piena). E che ‘piena’ si dica ‘cina’ nell’idioma siculo non può essere una coincidenza…

E veniamo ai fratellini dello Youngsters. Qui il discorso è perfettamente opposto: avevamo di fronte una giornata veramente dura, con USA1 avversario sempre temibile anche quando come qui non ingrana, l’Olanda nostra rivale nella finale di due anni fa e infine anche i bimbi chiudevano contro il temibile Israele. Ebbene siamo partiti con due vittorie, la prima schiacciante (55-22) e la seconda più contenuta (37-25) ma ottenuta contro un avversario veramente forte (l’intera cronaca di questo incontro uscirà questa sera). Infine il destino beffardo ha voluto che perdessimo entrambi gli incontri contro Israele quasi esattamente con lo stesso punteggio (16-38). Qui il destino si è ripreso qualcosa che ci aveva elargito negli incontri precedenti, e l’effetto è stato che siamo scivolati al terzo posto. Siamo sempre in una posizione molto tranquilla (oltre 30 VP di vantaggio sull’Inghilterra attualmente nona) e a parte un ottocentino pagato in quest’ultimo incontro stiamo giocando bene. Domani contro il Cile esordiranno Sophia Capobianco e Matteo Lombardi, i ragazzini portati per fare esperienza: teniamo le dita incrociate per loro… e anche per tutti gli altri, naturalmente.

Domani si ritorna a quattro incontri quotidiani. Saremo due volte su BBO, entrambe con gli Youngsters: la prima alle 7,30 contro la Germania che è quinta, e la seconda alle 12,10 contro l’Inghilterra, nona come detto prima. E anche domani ‘al nemico darem cenere e brace’!

Argomenti

Enrico Guglielmi

Enrico Guglielmi (GGC001, Bocciofila Lido), socio agonista a Genova, si è laureato in fisica alcune ere geologiche or sono e attualmente sbarca il lunario occupandosi di informatica. Gioca a bridge da un tempo fastidiosamente lungo che è senz’altro meglio non quantificare, visti i risultati. Sempre in ambito bridgistico, oltre a raccogliere copiose messi di zeri nei tornei locali, cura per BDI online la rubrica “Ti racconto una mano”. E’ consigliere del Comitato Regionale Liguria, per conto del quale sta portando avanti un progetto didattico orientato agli studenti e ai dipendenti universitari in collaborazione con il CUS Genova. Il suo nick su BBO è Dasim.

Potrebbero interessarti anche...

Close