Breaking NewsCronacaHomeNazionale
Ultime notizie

La Coppa Italia Over 61 a Chizzoli – Fanfulla Bridge

A sollevare la Coppa Italia Over 61 2018 è stata la squadra Chizzoli – Fanfulla Bridge di Paolo Chizzoli, Franco Baroni, Riccardo Cervi, Alberto Cesati, Massimo Cossutta, Giampaolo Jelmoni, Jan Ove Johansson e Marco Ricciarelli. La medaglia d’argento è stata vinta dalla rivale di Chizzoli in finale: la rappresentativa Birolo – Monza Bridge di Giuliano Birolo, Amos Baruchello, Maurizio Cafiero, Daniele Meregaglia, Aldo Mina, Maurizio Pattacini e Ruggero Pulga. Ad aggiudicarsi il bronzo è stata la squadra Circolo del Bridge Firenze, di Peter Pauncz, Andrea Buratti, Monica Buratti, Amedeo Comella, Carlo Mariani e Stefano Sabbatini, che ha vinto la finale per il terzo/quarto posto con Tessitore-Nuovo Bridge Insieme.

La finale è stata molto equilibrata e lo spettacolo ha tenuto incollati agli schermi di una delle ultime domeniche di sole migliaia di spettatori. Le due squadre si sono sedute questa mattina al tavolo per le ultime 16 smazzate con Birolo a +7 imp.
Con le prime dieci mani, Chizzoli aveva ridotto lo svantaggio a tre imp, divario che si è annullato con l’undicesimo board. Dopo il pareggio, Chizzoli si è subito portata in testa e ha allargato il suo vantaggio con uno swing arrivato nella smazzata immediatamente successiva (cinque quadri contrate più uno per Cervi-Chizzoli e sei senza meno uno per Mina-Pulga), che ha portato il bilancio a +12 per Lodi. Qui lo spettacolo si è acceso, perché i “leoni di Lione” (Mina-Pulga hanno vinto l’argento ai Campionati del Mondo 2017) hanno cercato di recuperare quello che potevano intuire fosse un risultato non favorevole. Hanno quindi trovato la manche a cuori nella penultima mano, recuperando 6 imp e così dimezzando la distanza fra sé e l’avversaria. Il board 32 era potenzialmente in grado di capovolgere le sorti dell’incontro, ma così non è stato. Lo si è capito quando, dopo che in una sala Pattacini-Meregaglia avevano realizzato il contratto di quattro quadri, nell’altra l’asta si è conclusa a quattro fiori per la stessa linea, occupata da Baroni-Ricciarelli. Il parziale si poteva mantenere, ma era possibile anche andare sotto di uno. Nemmeno questo, però, avrebbe salvato Birolo, perché con il dichiarante in zona verde anche il risultato di un down avrebbe portato solo 5 imp a Monza, non sufficienti per il sorpasso sulla linea del traguardo. Ricciarelli comunque ha mantenuto l’impegno, evitando agli avversari l’amarezza di perdere la maratona per un solo imp. L’incontro si è concluso 95-89.

Argomenti

Francesca Canali

Francesca Canali da alcuni anni è responsabile della trasmissione Vugraph durante i Campionati. Da Gennaio 2013 collabora con la sala stampa della FIGB.
Close