CronacaEsteraFederbridgeHome

World Bridge Series 2018 (4)

Nella Rosenblum Cup in fase di svolgimento a Orlando è terminato nella notte il primo “colpo di falce” corrispondente al KO dei 32esimi di finale.

Ciascun incontro si svolgeva su 4 tempi di 14 smazzate. Al termine del terzo tempo Lavazza e Cayne avevano già vinto, nel senso che le rispettive avversarie si sono ritirate in quanto hanno giudicato incolmabile il divario, che era di +82 per Lavazza e addirittura di +98 per Cayne, il cui incontro è risultato essere quello con il maggior divario al termine del 3° tempo di gara fra tutti i 32 che si stavano svolgendo.

Restavano quindi in gioco De Michelis e PDC, le altre due rappresentative con equipaggio totalmente o parzialmente italiano, e purtroppo le notizie non sono buone, perché entrambe sono state eliminate di pochissimo. De Michelis pur vincendo tre turni su quattro ha sofferto un terzo turno balordo e sfortunato (-24) che ha portato il totale in negativo, a -9. Il tempo è stato trasmesso su BBO, e una mano in particolare è costata cara agli italiani. La disavventura è capitata ai due ragazzi: in una licita normalissima (1cuori di Di Franco con 13, 1SA di Manno con 5 ricchi di intermedie) Bathurst in Sud ha deciso di contrare con 10 e la 5-5 minore con vuoto di cuori, e Lall in Nord che era in passo semiforte (12 e la sesta di cuori) ha trasformato. Poco male fin qui, parecchi hanno giocato 1SA in orizzontale, liscio o contrato, e il risultato più gettonato è stato 1 down in prima. Ma Manno aveva la quinta di fiori e ha deciso di “fuggire”, andandosi purtroppo a “schiantare” nella corrispondente quinta di Sud. La difesa ha aperto un letale gioco di tagli incrociati e il costo è stato di 3 down pari a 500, disastro completato dalla manche a senza atout chiamata con poco nell’altra sala e battuta di due prese. Così si è giocato il quarto turno partendo da -23. e non è stato sufficiente il +14 ottenuto a cambiare segno all’incontro.

Molto amara anche la sconfitta di PDC, che si era presentato a +5 all’ultimo turno dopo essere riuscito a ribaltare la situazione nel terzo, ma con un -8 finale si è visto superato per soli 3 MP. Davvero disdetta!

Buone notizie dallo Swiss femminile, che si è a sua volta concluso nella notte. La squadra Baroni si è piazzata al settimo posto e si è quindi qualificata per i quarti di finale. Dopo un ottimo inizio di torneo, che l’ha vista sempre nelle prime posizioni, la squadra che annovera una coppia italiana (Baroni-Paoluzi) e una francese era precipitata al nono posto a causa di una brutta sconfitta al settimo turno. Ma già all’ottavo turno la squadra aveva recuperato le posizioni utili al passaggio di turno, che ha mantenuto fino alla fine. Dunque da oggi le signore saranno impegnate nei KO. Il girone eliminatorio è stato vinto dalla Polonia con oltre 20 VP di vantaggio sulla seconda.

Terminato anche il round di qualificazione per i Senior, torneo a cui non partecipano italiani. Ha concluso al primo posto una squadretta di outsider americani, Wolfson (David Berkowitz, Bart Bramley, Bob Hamman, Michael Rosenberg, Jeff Wolson, Kit Woolsey); 16 squadre si sono qualificate per gli ottavi di finale in programma a partire da oggi.

Si sono giocati anche i primi tre turni di qualificazione dell’Open a coppie, dove abbiamo due coppie italiane in gara: Bianchi-Fruscoloni, che sono 40esimi con il 52,45% e Cammarata-Porciani, 63esimi con il 48,78%. Questa qualificazione si concluderà oggi con altri tre turni di gioco.

Argomenti

Enrico Guglielmi

Enrico Guglielmi (GGC001, Bocciofila Lido), socio agonista a Genova, si è laureato in fisica alcune ere geologiche or sono e attualmente sbarca il lunario occupandosi di informatica. Gioca a bridge da un tempo fastidiosamente lungo che è senz’altro meglio non quantificare, visti i risultati. Sempre in ambito bridgistico, oltre a raccogliere copiose messi di zeri nei tornei locali, cura per BDI online la rubrica “Ti racconto una mano”. E’ consigliere del Comitato Regionale Liguria, per conto del quale sta portando avanti un progetto didattico orientato agli studenti e ai dipendenti universitari in collaborazione con il CUS Genova. Il suo nick su BBO è Dasim.

Potrebbero interessarti anche...

Close