CronacaEsteraFederbridgeHome

World Bridge Series 2018 (9)

I Mondiali a partecipazione libera a squadre open (Rosenblum Cup), femminile (Mc Connell Cup) e senior (Rand Cup)  e a coppie open, femminile e senior si concluderanno oggi. I vincitori verranno premiati al termine delle gare e noi, come annunciato ieri, sappiamo già di avere due squadre completamente o almeno in parte italiane sul podio. Il team Baroni di Irene Baroni e Simonetta Paoluzi ha infatti conquistato la medaglia di bronzo nel femminile, a parimerito con la squadra Aperol. Inoltre, la formazione Lavazza è in Finale.

Nel big match responsabile delle occhiaia di migliaia di tifosi, i “Lavazza boys” stanno affrontando la corazzata di Pierre Zimmermann. Dopo tre dei sei turni di gara previsti, la nostra avversaria conduce di 35 imp. L’intera cronaca di Semifinale e Finale sarà pubblicata nei prossimi giorni su Bridge d’Italia Online. I reportage dei match precedenti sono disponibili cliccando qui.

Nel Campionato a Coppie Open, il “taglio” della classifica della Semifinale A è avvenuto dopo la 46esima posizione. Nella Finale A stanno giocando 52 coppie, 46 provenienti dalla Semifinale A e 6 dalla Semifinale B. E se Auken-Welland hanno tirato un sospiro di sollievo (erano risultati 44esimi nella Semifinale A), fra gli eliminati dalla corsa al titolo ci sono diversi esponenti illustri del Bridge mondiale. 

Jacek Kalita e Jacek Pszczola, entrambi Campioni Mondiali ed entrambi polacchi (Pszczola ha però acquisito “cittadinanza bridgistica” americana) hanno infatti concluso le qualificazioni al 50esimo posto. Anche per Zia Mahmood sono tramontate le ambizioni di inserire nel suo palmares un titolo Mondiale a coppie Open: insieme al suo compagno David Gold non ha infatti superato la 54esima posizione. I Campioni svedesi Fredrik Nystrom e Frederic Wrang, i norvegesi Thomas Charlsen e Thor Erik Hoftaniska, i fratelli Jason e Justin Hackett, gli irlandesi Nick Fitzgibbon e Adam Mesbur sono altri illustri esclusi. Ma non è tutto: fra le coppie finite in zona rossa anche Boye Brogeland ed Espen Lindqvist. L’eliminazione più incredibile è però quella di Eric Rodwell e Jeff Meckstroth: una mancata qualificazione su cui nessuno avrebbe mai scommesso e che certamente amareggia particolarmente i due “eroi” del Bridge a stelle e strisce, recentemente eletti nella Hall of Fame della loro Federazione (American Contract Bridge League). La lista  di “stelle cadenti” continua: spariscono dalla gara principale anche Eric Greco e Geoff Hampson, Steve Robinson e Peter Boyd e soprattutto Bobby Levin e Steve Weinstein, che nel cuore dei tifosi americani occupano un posto molto vicino a quello dei “Meckwell”.

Con questa “strage” di big americani nelle qualificazioni, non c’è da stupirsi se la classifica parziale della Finale A, in corso da ieri, vede in testa coppie europee. I gemelli svedesi Ola e Mikael Rimstedt (59,11%) sono al momento al primo posto (59,11%),  seguiti dai bulgari Jerry Stamatov e Diyan Danailov (58,64%) e dagli olandesi Simon De Wijs e Bauke Muller (57,06%). Il “nostro” Alfredo Versace, che gioca in coppia con Mustafa Cem Tokay, è al momento 20esimo (51,98%).

 

Argomenti

Francesca Canali

Francesca Canali da alcuni anni è responsabile della trasmissione Vugraph durante i Campionati. Da Gennaio 2013 collabora con la sala stampa della FIGB.

Potrebbero interessarti anche...

Close