CronacaEsteraFederbridgeHome
Ultime notizie

World Bridge Series 2018: Cayne – Schwartz

Cayne sta andando bene; al penultimo turno di Swiss si trova bene assestato al tavolo 4 dove si scontra con Schwartz, una vera multinazionale del bridge con due bulgari, due svedesi, un inglese e uno statunitense che poi sarebbe proprio Richard Schwartz, il capitano. Si gioca con Donati-Tokay contro i bulgari Diyan-Stamatov e Lauria-Versace contro gli svedesi Ekenberg-Hult.

Board 11

A guardare la dichiarazione sembra che siano stati giocati due board diversi. In aperta Versace apre, Hult interviene a 1 picche, e né Lauria che ha le picche, né Versace che ha il minimo ritengono di dover obiettare qualcosa. Hult gioca 1 picche e lo fa, non minimamente disturbato dal fatto di giocare con la Q quinta a fronte della chicane visto che a lato ha solo assi: incassa cinque teste e due tagli.
Nell’altra sala apre Stamatov di 1SA debole, Giovanni contra e Diyan surcontra per mostrare una 4-4. Tokay contra 2 cuori e Stamatov ripiega sulle picche. Ora scende un po’ di nebbia al tavolo: Donati non contra 2 picche, contratto dove si marca da 2 down in su, e Tokay esplode improvviso un 4SA. Si finisce a 5 fiori contrate e il fatto che BBO rimanga fermo per parecchi minuti sulla carta di attacco di Est (10 di picche) mi fa pensare che ci sia stata qualche chiamata arbitrale. Vedremo: cmq alla fine si gioca e Giovannino fa tante belle prese ma Q-J-10 quinti in mano di Stamatov non possono non produrre il down. 5-o per Schwartz.

Board 12

Si fanno ben tre slam diversi in Nord-Sud e non è difficile attingere questo livello visto che Sud con 21 e la quinta di quadri sente il partner aprire. Entrambe le coppie disdegnano il fit nono a quadri e scelgono lo slam più remunerativo a senza atout. Mano pari.

Board 13

Situazione simile in orizzontale: Est apre e Ovest si trova in mano 19 belli. Mi pare che l’unico slam che si mantenga sia un funambolico 6 picche nella 4-3, ma i bulgari si accontentano di 3SA. Probabilmente farebbero lo stesso anche Lauria e Versace in aperta, ma succede che Ekenberg piazzi un lead directing double sul 2 fiori convenzionale di Lorenzo. Alfredo surcontra e chissà se Lorenzo avrebbe tenuto con il singolo (non è chiaro quante atout si paghino ma al massimo sono 5, più probabilmente 4, e a lato non c’è ombra di perdenti). Ma a Hult cedono i nervi e decide per la fuga a 2 cuori. Quando gli inservienti finiscono di asciugare il sangue restano sul terreno 1400 punti per Cayne, che sottratta la manche in zona della chiusa fa 12-5 per Cayne.

Board 14

Manche molto sotto chance in orizzontale. Versace apre 2SA e Lauria chiude a 3. Alfredo affranca le picche ma Hult fa lo stesso con le quadri, per fortuna sull’incasso delle picche del giocante ne scarta una e ci risparmia il 2 down. In chiusa fiori forte dei bulgari, 1 quadri di Est mostra mano debole e il fit a 2 picche non la rinforza molto. I bulgari giocano quindi 2 picche e ne fanno 3. 12-10 per Cayne.

Board 15

L’attacco cuori da Sud batte lo slam a picche. Nessuno lo chiama dopo il barrage di Sud, Tokay ne dice 3, Ekenberg fida nella 7-4 e ne spara 4 ma il finale è il medesimo: contro di Ovest, 4 picche di Est. Tokay attacca K di cuori ed Ekenberg prova il singolo di fiori. 1MP per Cayne, 13-10.

Board 16

Contro la manche in zona di Est-Ovest a cuori entrambe le coppie difendono in prima. I due Ovest dicono 5 cuori (se ne fanno 6 molto fortunosi) e a questo punto gli svedesi che non sanno di avere il fit picche abbandonano spaventati dal livello 6 (la difesa pagando 3 down sarebbe ancora buona), mentre Giovannino coraggioso dice 5 picche. Si va 3 down uguale perché le picche sono 4-1, guadagno comunque di 5 MP per Cayne. Ora siamo 18-10.

Board 17

Sull’apertura 1 fiori di Nord Lauria dice 1 cuori mentre Diyan contra. Entrambi i Sud sparano una difesa preventiva a 5 fiori, entrambi gli Est riaprono di contro e si giocano alla fine 5 picche in Ovest. Anche il gioco incomincia nello stesso modo: attacco K di fiori tagliato, atout per un onore del giocante lisciato da Nord ma qui le strade si dividono. Stomatov gioca ancora fiori taglio al morto, prosegue con tre giri di quadri tagliando il terzo e prova a uscire con la sua ultima fiori. Tokay prende e giocando quadri affranca le atout restanti di Giovannino: 2 down. Alfredo alla carta 3 fa freddamente l’impasse alla Q di cuori rimanendo in mano con il 6, taglia una fiori e puntando sul doppio singolo nobile in Sud procede a incassare le cuori. Sul quarto giro di cuori scarta l’ultima fiori, Nord taglia ma è l’unica presa che gli spetta a parte l’Asso di atout. Manche spettacolare! Cayne sale a 29-10.

Board 18

Giovannino ormai lo sappiamo che non ha paura di niente: qui si chiama 3SA in solitaria, purtroppo il fermo di cuori è fragile e quando si passa per il K di quadri gli avversari incassano il down.
Hult invece sull’identico 3 cuori di Versace riapre di contro e Ekenberg chiama un 4 picche un po’ eccessivo con 5 bilanciati nobilitati (si fa per dire) da 10-9 quarti di picche. La manche è infattibile, Versace ci dà un brivido attaccando piccola fiori sotto Q-J ma per fortuna Ekenberg non gli vede le carte e sta basso confidando nell’8 di mano. Poi indovina a stare basso al secondo giro di quadri per il K secco ma questo non lo aiuta più di tanto. E’ impossibile non cedere una presa per ogni seme laterale, e le due atout lasciate fuori vengono incassate di taglio: 2 down, 32-10 per Cayne.

Board 19

In chiusa Donati gioca 1SA e ne fa 3 perché a un certo punto Est decide di uscire sotto il K di fiori.
Stessa licita per gli svedesi in aperta, Lauria attacca A di picche e gira subito cuori, quadri del giocante per il K di Versace che ripete cuori. Il giocante smonta il residuo onore di Lorenzo a picche e chiude con 8 prese. Ancora 1 per Cayne, 33-10.

Board 20

3SA banale a entrambi i tavoli. L’attacco quadri di Versace obbliga Ekenberg, una volta scoperte le fiori divise, a fare l’impasse picche dalla parte giusta: dopodiché Lorenzo non conserva il J terzo di cuori e questo infila Alfredo in uno squeeze rosso er la 13esima presa.
Donati prende l’attacco cuori, la quadri se la gioca lui e quando viene lisciata procede con le picche impassando la Q di Est mentre è ancora protetto a quadri. Le prese sono 12, e il risultato finale è 33-1 per Cayne.

Bella e meritata vittoria, conseguita principalmente grazie al 1400 e alla bella manche mantenuta da Versace, che porta Cayne al terzo posto della graduatoria a un turno dal termine dello Swiss. Dando un’occhiata agli altri, Lavazza e PDC sono risaliti rispettivamente al 27esimo e 29esimo posto mentre soffriamo per De MIchelis che con una sconfitta di misura si trova ora 62esimo e si trova ai margini del gruppo che verrà ammesso ai ko (le prime 64).

Nel torneo Ladies, dove siamo al quarto incontro, bella vittoria della squadra Baroni che sale al terzo posto del girone qualificatorio.

Enrico Guglielmi

Enrico Guglielmi (GGC001, Bocciofila Lido), socio agonista a Genova, si è laureato in fisica alcune ere geologiche or sono e attualmente sbarca il lunario occupandosi di informatica. Gioca a bridge da un tempo fastidiosamente lungo che è senz’altro meglio non quantificare, visti i risultati. Sempre in ambito bridgistico, oltre a raccogliere copiose messi di zeri nei tornei locali, cura per BDI online la rubrica “Ti racconto una mano”. E’ consigliere del Comitato Regionale Liguria, per conto del quale sta portando avanti un progetto didattico orientato agli studenti e ai dipendenti universitari in collaborazione con il CUS Genova. Il suo nick su BBO è Dasim.

Potrebbero interessarti anche...

Leggi anche...

Close
Close