CronacaEsteraFederbridgeHome

Cavendish 2019

Ha preso il via oggi, a Monte-Carlo, l’edizione 2019 del torneo Cavendish. Quale migliore cornice della capitale dell’opulenza per quello che è “l’evento di Bridge più ricco del mondo”?

Questa manifestazione, unica nel suo genere, dura una settimana e prevede due competizioni: il torneo a squadre (in programma dal 3 al 5 Febbraio) e il torneo a coppie (che si svolgerà dal 6 all’8 Febbraio). E’ quest’ultima gara a rendere speciale il Cavendish. La sera prima del suo inizio, viene organizzata un’asta molto pittoresca (un tempo era obbligatorio l’abito scuro, ora il dress code è più permissivo), durante la quale tutte le coppie iscritte vengono presentate e “vendute” a chi offre di più. Si raggiungono cifre da capogiro (anche 40.000 euro per i campioni più quotati), che alimentano un circuito di premi degli scommettitori, parallelo a quello classico dei giocatori (già molto interessante). Entreremo nei dettagli di questo meccanismo con un articolo apposito che sarà pubblicato martedì, giorno in cui si terrà l’asta.

Il Cavendish e il Principato di Monaco

Il torneo Cavendish ha una lunga storia: la sua prima edizione risale al 1975. Trae il suo nome da un circolo di New York fondato nel 1925 (“pochi mesi prima che Harold Vanderbilt e altri creassero il sistema di punteggio che, di fatto, ha definito il Bridge così come lo conosciamo ora” riporta Wikipedia). Fra gli iscritti al club ci sono stati giocatori i cui nomi sono parte integrante della storia del nostro sport: Ely Culbertson, Oswald Jacoby, Sam Stayman, Zia Mahmood… solo per citarne alcuni. L’unico torneo previsto per la manifestazione era inizialmente quello a coppie; dal 1983 si è aggiunta la gara a squadre. Il Cavendish Club ha ospitato la manifestazione, con cadenza annuale, fino al 1991, quando, purtroppo, il circolo ha dovuto chiudere i battenti. Se il suo nome continua a vivere tuttora, è proprio grazie all’evento.

Passato di organizzatore in organizzatore, il Cavendish si è svolto per qualche altra edizione a New York ed è stato poi trasferito a Las Vegas, località che sembrava rispecchiarne le caratteristiche. 

Nel 2012 la manifestazione si è nuovamente spostata, questa volta oltre oceano: il mecenate Pierre Zimmermann si è infatti offerto di ridare insieme al suo staff di fiducia vita all’evento. Zimmermann, svizzero, ha legato la sua nazionalità bridgistica al Principato di Monaco con l’obiettivo di vestirne la maglia della Nazionale insieme a un pool di campionissimi da lui ingaggiati. Oltre al prestigio personale, però, ha sempre coltivato il desiderio di rendere Monte-Carlo una sorta di capitale del Bridge europeo. 

Per tre edizioni il Cavendish ha mantenuto la sua cadenza annuale. Nel 2016, il Principato di Monaco è diventato sede degli European Winter Games, che si svolgono negli anni pari. Per non accumulare troppe manifestazioni nella stessa zona, il Cavendish ha assunto cadenza biennale e si tiene quindi negli anni dispari.

Antonio Riccardi, arbitro capo in Italia e anche in questo evento

Il torneo a squadre

22 formazioni sono scese ai tavoli dell’Hotel Meridien, situato di fronte al mare .  Oggi e domani giocano sette turni di swiss, al termine dei quali le prime quattro formazioni della classifica accedono alla semifinale a KO. 

Fra le rappresentative in gara, sono presenti quattro squadre che battono, almeno in parte, bandiera italiana:

LAVAZZA
Norberto BOCCHI, Giorgio DUBOIN, Agustin MADALA, Antonio SEMENTA, Giovanni DONATI, Dennis BILDE

GOLFARELLI
Matteo MONTANARI, Giuseppe DELLE CAVE, Arrigo FRANCHI, Vittorio GOLFARELLI

MUSSO
Piercarlo MUSSO, Paolo GUERMANI, Piero REVIGLIO, Roberto MINERO, Emanuele MANTINEO, Eleonora DUBOIN

ZIMMERMANN
Pierre ZIMMERMANN, Lorenzo LAURIA, Piotr GAWRYS, Franck MULTON, Alfredo VERSACE, Michal KLUKOWSKI

Giovanni Donati per la prima volta con la maglia della squadra Lavazza

Con questo evento, fa il suo esordio ufficiale nella squadra Lavazza Giovanni Donati. Il talento di Rimini ha già fatto coppia con Giorgio Duboin in varie, ma saltuarie, occasioni, fra cui i Campionati Europei di Ostenda (Giugno 2018). Donati prende, di fatto, il posto di Alejandro Bianchedi nel team Lavazza. Per far coppia con Donati, Duboin ha dovuto “cedere” Dennis Bilde, altro giovanissimo genio del Bridge e di nazionalità danese, ad Agusin Madala, precedente compagno di Bianchedi.

Francesca Canali

Francesca Canali da alcuni anni è responsabile della trasmissione Vugraph durante i Campionati. Da Gennaio 2013 collabora con la sala stampa della FIGB.

Potrebbero interessarti anche...

Close