FederbridgeHomeIn ricordo di

Massimo Ruggeri

Altro dolore si aggiunge a un momento già così difficile per il Bridge italiano, per l’Italia e per il mondo. Massimo Ruggeri, bridgista e giornalista televisivo ancora giovane e amatissimo dalla nostra grande famiglia, ci ha lasciati, stroncato da un problema cardiovascolare.
Ci uniamo al dolore dei suoi familiari e dei suoi amici e lo ricordiamo con i pensieri di chi ha vissuto con lui tanti momenti belli e importanti, percorrendo un tratto di vita insieme.

Il ricordo di Riccardo Vandoni

Se n’è andato “viva la vita”.
Massimo Ruggeri ci ha lasciati storditi da una morte assurda ed ingiusta. Un amico giovane con cui si sono divise tutte le vere gioie della vita e qualche dolore, un valente bridgista, un giornalista televisivo dal sorriso sincero e accattivante, un uomo buono. Mille sono i ricordi che mi legano a Massimo e tutti permeati da bonaria allegria. Ero il primo coniugato di un gruppo di inseparabili, i mitici della squadra Bong, e si faceva tappa obbligata a casa nostra dove due piccole pesti contribuivano al caos generale. Neri Parenti, Massimo Ortensi, Massimo Ruggeri ed il sottoscritto: una bella compagnia di giro e non c’era pericolo di annoiarsi.
A presto Massimo, ti ricorderò con il sorriso che ha sempre sottolineato la tua vita e la nostra amicizia!
Riccardo Vandoni

Redazione

Bridge D'Italia è la rivista ufficiale della Federazione Italiana Gioco Bridge

Potrebbero interessarti anche...

Close